menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banche, le lamentele dei consumatori sulla trasparenza

Indagine del Crtcu di Trento: poca trasparenza nelle comunicazioni, pagamento delle utenze allo sportello, interessi salati per chi va ha il conto in "rosso". Queste le segnalazioni dei consumatori trentini

Poca trasparenza nelle comunicazioni, pagamento delle utenze allo sportello, interessi salati per chi va ha il conto in "rosso". Sono queste le principali lamentele raccolta dal Centro ricerca e tutela consumatori e utenti di Trento presso i consumatori. Il Crtcu ha come di connsueto condotto un'indagine sui conti correnti e sui loro costi. Anche quest’anno si è confermata la tendenza dell’anno passato: un conto corrente on line costa in media meno (a volte molto meno) di un conto tradizionale allo sportello. Nel dettaglio, per quanto riguarda i  “conti giovani” (164 operazioni/anno): il costo a pacchetto di un conto con operatività allo sportello varia da 1,00 a 111,80 euro/anno e da zero a 105,80 euro/anno per quello con operatività on line.

Nel caso di un “conto famiglia con operatività media” (228 operazioni/anno) i costi variano dai 24 ai 192,36 euro all’anno, allo sportello e da  zero a 172,36 euro/anno, se on line. Per quanto  riguarda infine un “conto pensionati con operatività bassa” (124 operazioni/anno) si 
va dai 12 ai 101,50 euro/anno, allo sportello e da zero a 83,23 euro/anno, se on line.
 
Le lamenntele dei consumatori
Invio di ripetute comunicazioni di variazione delle condizioni di conti e depositi (cosiddetto ius variandi) da parte delle banche, anche nel corso di un anno.I consumatori si lamentano in particolare della poca chiarezza con cui alcune banche comunicano le variazioni. Un esempio per tutti: non viene indicato il costo vecchio in raffronto a quello nuovo dell'operazione o del tasso, bensì solo il nuovo importo applicato, oppure la variazione percentuale intervenuta. Un po’ poco. I consumatori chiedono inoltre che la durata delle condizioni applicate sia almeno annuale.
 
Altro aspetto sollevato dai consumatori è il costo del pagamento delle utenze per cassa, allo sportello: la media fra le maggior banche è di ca. 4,00 euro. Il consiglio è quello di evitare se possibile di pagare una fattura o fare un bonifico allo sportello; meglio utilizzare il bonifico o il RID dal conto, se se ne possiede uno.
 
Attenzione poi allo sconfinamento: chi va in rosso rischia di pagare commissioni e interessi molto salati (anche se si è concordato un fido); i tassi medi per aperture di credito in conto corrente “viaggiano” intorno al 10%; gli scoperti senza affidamento oltre il 14%.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento