rotate-mobile
Altro

Ciclismo, il Giro d’Italia arriva a Santa Cristina di Val Gardena

Saranno 202 i chilometri della tappa di alta montagna che partirà da Livigno

Secondo e ultimo giorno di riposo oggi al Giro d'Italia. Dopo l'impresa di ieri di Tadej Pogacar, con il suo arrivo per distacco e in solitaria al Mottolino di Livigno dopo un attacco partito a meno di 14 km dall'arrivo, domani ancora alta montagna per la carovana Rosa, e 206 km tra Livigno e S.Caterina di Val Gardena: ancora un dislivello importante, ma stavolta di 4350 metri contro i 5400 di ieri. "Tappa di alta montagna riassume l'organizzazione, ma spezzata dalla valle dell'Adige e dell'Isarco che la rendono composta da tre parti. Montagna, con Foscagno Stelvio (Cima Coppi); pianura, da Prato allo Stevio fino a poco dopo Bolzano; montagna, con la salita di Passo Pinei e il finale in Val Gardena dopo Santa Cristina. Tappa che si svolge su strade con carreggiata abbastanza larga e in buono stato. Da segnalare le gallerie dello Stelvio in salita dopo Bormio e quelle in discesa (ampie e illuminate) a Foresta/Forst prima di Merano".

"Ultimi 3 km quasi tutti in salita ad eccezione della breve discesa che porta dal centro di Santa Cristina al ponte (-2 km) dove inizia lo strappo finale. Strappo di pendenza media attorno al 12% con punte del 16% nella parte iniziale con stretti tornanti. Retta finale di 100 m su asfalto larghezza 6 m".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclismo, il Giro d’Italia arriva a Santa Cristina di Val Gardena

TrentoToday è in caricamento