social

Errori e falsi miti, come ricaricare correttamente lo smartphone

Tutto ciò che serve sapere per allungare il più possibile la vita della batteria

Questa settimana hai utilizzato il tuo smartphone con un aumento del 'tot' per cento. Molti dispositivi elettronici ultimamente sono soliti fornirci i dati di quanto tempo passiamo davanti allo schermo e i cellulari sono i primi a farlo. Il fatto è che ogni giorno con il cellulare oltre che effettuare telefonate, registriamo video, ascoltiamo musica oppure guardiamo la nostra serie tv preferita. Tutto questo si traduce però in un consumo di dati e batteria che necessita di essere ricaricata. Più lo facciamo però e più si usura. Ma è possibile allungare la vita della batteria?

I vecchi miti sulla ricarica: ecco quelli falsi e da sfatare

Un tempo si consigliava di caricare diversi dispositivi, tra cui i telefoni, solo quando fossero del tutto scarichi o quasi: questo per evitare un "effetto memoria" con cui la batteria si sarebbe ricordata del punto di ricarica come punto più basso raggiungibile, riducendosi la vita da sola. Se questo era talvolta vero in passato, oggi non ha invece alcun fondamento: le batterie moderne sono evolutissime e sanno sempre di che capacità reale dispongono.

Lo stesso ragionamento vale dal lato opposto: caricare il telefono a una percentuale che non è il 100% non causa alcun problema. Non preoccupatevi, quindi, se dovete uscire di fretta e sta ancora all'80%. E non abbiate remore a caricare fino a 100%, né eccessiva fretta a staccarlo subito. I dispositivi odierni possono stare un po' di più sotto carica anche da "sazi" qualche volta, non gli accadrà nulla. Posseggono infatti chip intelligenti che bloccano il flusso di corrente evitando pericoli.

I consigli per ricaricare bene il cellulare e farlo durare a lungo

Tenete a mente che se il telefono vi serve per un certo scopo, potete usarlo. Ci sono comportamenti "migliori" da attuare, ma se avete bisogno di una determinata funzione e andrebbe contro a un consiglio, usatela lo stesso, pur di non esagerare. Ad esempio, tra i comportamenti realmente utili c'è quello di non far scaricare del tutto il telefono. In fondo, l'oggetto stesso vi consiglia di metterlo sotto carica all'incirca al 20%. Sotto determinate percentuali infatti la tensione è un po' più alta e alla lunga può accorciare la vita della batteria.

Se ne avete la possibilità, mettetelo in carica non sotto il 15%; se non potete farlo subito, usatelo il meno possibile attivando il Super Risparmio Energetico. Ma se dovesse esservi davvero utile continuare a usarlo, portarlo a basse percentuali poche volte non lo danneggerà se non in modo impercettibile. Cercate solo di non farlo regolarmente.

Fin quando ricaricarlo? Sembra che il range di carica ideale per un telefono sia tra 20 e 80% (o tra 15 e 85) per allungare il più possibile la vita della batteria. Controllare il raggiungimento dell'80% e staccarlo in tempo richiederebbe, però, un nostro controllo, e ciò fa perdere tempo e dà ansie inutili. Se ne avete la possibilità e state comodi, seguite le percentuali, altrimenti potete ignorarle, perché caricare il telefono al completo non lo danneggia. Il range 20-80 potrebbe avere effetti benefici minimi solo a lungo termine, come diversi anni.

Inoltre il telefono è un nostro alleato nelle giornate lunghe e quel 20% significa spesso oltre un'ora di schermo acceso. Se vi serve lo smartphone per molte attività, caricatelo completamente. A confronto, è molto più importante evitare che si scarichi sotto al 10 e ridurre le "app killer".

Veniamo alla ricarica di notte: potete usarla, ma a patto di attivare la voce relativa nel menu "Batteria" nei modelli che ne dispongono. È sconsigliato farla senza che il telefono lo "sappia", perché se mezz'ora in più non provoca danni, 7 o 8 ore potrebbero farlo. Inoltre, cercate di evitarla se avete una ricarica rapida; in quel caso sarà sufficiente metterlo in carica mentre siete sotto la doccia. A proposito, le ricariche rapide originali non danneggiano la batteria, sono iper-testate e iper-controllate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Errori e falsi miti, come ricaricare correttamente lo smartphone
TrentoToday è in caricamento