Martedì, 27 Luglio 2021
social Bondone / Localita' Sardagna

Passeggiate a Trento e dintorni: ecco la guida di trekking urbano

Camminate in città e nei sobborghi. Forse non tutti sanno che il territorio comunale di Trento include ben due montagne, su entrambi i lati della Valle dell'Adige

Trento panorama da Aardagna

Trekking urbano: una pratica che può tornare molto utile in un periodo come questo, con restrizioni che talvolta limitano la libertà di movimento all'interno del proprio comune di residenza. Forse non tutti sanno che Trento è l'unico comune della Valle dell'Adige il cui territorio comprende entrambi i versanti della valle. Due rilievi montuosi, sulla sinistra e destra orografica del fiume, oltre a colline, boschi e formazioni geologiche particolari come il Doss Trento, ricadono tutte nel territorio comunale cittadino. 

Il Comune ha realizzato e diffuso una guida pratica per camminatori con quindici itinerari alla scoperta della città e dei suoi sobborghi. Il sentiero inizia... a casa. Chiudendosi la porta alle spalle si inizia a cammniare e si parte per un'avventurosa scoperta di luoghi talvolta poco conosciuti ma non privi di fascino. L'ideale per una passeggiata in ogni stagione. Il piacere della scoperta è garantito: tra palazzi, monumenti, vigneti  ed antichi masi gli itinerari di Trekking Urbano vi porteranno a spasso nella storia della città di Trento e nella natura che la circonda.

Dalla città alla montagna senza uscire dal Comune

Gli itinerari sono studiati per essere alla portata di tutti, ciò non toglie che vi siano sentieri precisi da seguire, con indicazioni lungo il percorso, punti di  sosta e dislivelli, proprio come in montagna. Ed effettivamente ci sono sentieri che portano in alto: sulla Maranza, per esempio. La montagna che sovrasta la città sul lato est della valle dell'Adige offre un ambiente poco antropizzato, praticamente intatto, a due passi da Trento con percorsi naturalistici tra boschi di latifoglie fino al paesaggio quasi alpino della cima tra rocce nude e rododendri.

L'atività umana è invece protagonista nei percorsi che si snodano lungo le campagne che circondano la città, mostrando un rapporto tra natura ed agricoltura in armonioso equilibrio da secoli. Si procede tra orti e vigneti terrazzati sul sentiero delle Novaline, così come sulle colline di San Lazzaro e Camparta sulle tracce dell'antica via Claudia Augusta, mentre sull'altro lato della valle, nel pianoro di Sardagna, domina il castagno. La piccola chiesa di Santa Lucia sul Doss di Sant'Agata a Povo è un tesoro sconosciuto ai più. La pace che si gode a pochi minuti di cammino dalla città è incredibile. Anche Ravina e Romagnano offrono bellezze da riscoprire, come la famosa Villa Margon, realizzata per ospitare i cardinali del Concilio, immersa nei vigneti da cui nasce il celebre spumante Trento doc. Le proposte non mancano, ed il cammino inizia sulla soglia di casa. Scaricate qui la guida in pdf e buona camminata: Urban trekking - Itinerari 2013

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passeggiate a Trento e dintorni: ecco la guida di trekking urbano

TrentoToday è in caricamento