rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
social

Email truffa pedopornografia: come riconoscerla e quali nomi sono citati

Il documento, palesemente falso e pieno di refusi, sfrutta indebitamente il nome del Capo della Polizia, prefetto Giannini

Sono il Sig. Lamberto GIANNINI, Capo Della Polizia, Director Generale della Pubblica Sicurezza e responsabile della Cooperazione internazionale di polizia. Dopo un sequestro informatico di Cyber-infiltrazione in collaborazione con il Centro nazionale per l’analisi delle immagini di siti pornografici, pedopornografici et cyberpornografici (CNAIP), nella repubblica francese, nonché il servizio di Analisi dell'organizzazione Internazionale di Polizia criminale (INTERPOL), la contato per informarla che è oggetto di numerosi procedimenti legali in vigore, in particolare in materia di;

* PEDOPORNOGRAFIA 

* SITI PORNOGRAFICI

* CYBERPORNOGRAFIA

* PEDOFILIA

* ESIBIZIONISMO

È l'incipit di una mail ovviamente falsa che sta arrivando anche a numerosi trentini. Il documento fake prosegue invitando chi lo ha ricevuto a prendere contatti. Ma è una truffa che magari in un primo momento fa sobbalzare sulla sedia. Poi basta solo andare a controllare l'indirizzo che ha inviato il testo per capire che non si tratta di una mail ufficiale da parte dello Stato, ma un indirizzo che può essere gmail, libero o così via.

Il consiglio è uno solo: farsi una bella risata e cancellare.
MANDATO (2 (2) (1) (1) (1) (1)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Email truffa pedopornografia: come riconoscerla e quali nomi sono citati

TrentoToday è in caricamento