Viaggiare sicuri

Gomme invernali, scatta l'obbligo: tutto quello che bisogna sapere

In Trentino sono obbligatorie, ma ci sono anche le alternative per chi non le vuole montare. Mentre per chi non le ha, sono dolori

Da mercoledì 15 novembre torna su tutte le strade trentine l’obbligo di montare pneumatici invernali; un obbligo che resterà attivo fino al prossimo 15 aprile. La sostituzione con quelli invernali ha l’obiettivo di far fronte a possibili forti piogge, neve o ghiacciate. Non si dimentichi, inoltre, che il maltempo ha già colpito il nostro territorio in queste ultime settimane. Un passaggio obbligatorio per tutti gli automobilisti che vogliono viaggiare in sicurezza, senza incorrere nelle sanzioni previste dalla legge.

Cosa bisogna sapere

Gli pneumatici invernali a norma sono contrassegnati sul fianco (e nell'autodichiarazione del costruttore) dalle sigle M+S, MS, M/S, M-S, M&S, tutte iniziali che stanno per "mud and snow" ovvero fango e neve. Rispetto a quelli standard, presentano differenze di prestazione evidenti essendo progettati per rendere al meglio in condizioni atmosferiche critiche quali basse temperature e asfalto umido, bagnato o innevato. Sul mercato sono disponibili pneumatici invernali con vari prezzi, a seconda soprattutto della marca e quindi della qualità del materiale. In media il costo oscilla dai 50 ai 200 euro per pneumatico, ai quali bisogna sommare il montaggio (di solito entro i 50 euro) e l'eventuale deposito della variante estiva che viene sostituita (40-80 euro all'anno).

Niente pneumatici invernali? Non c’è problema

L’alternativa alle gomme invernali c’è e sono le cosiddette "quattro stagioni". Si tratta di pneumatici validi per tutto l'anno perché adatti, secondo i costruttori, alle alte e basse temperature così come a ogni condizione meteo e del manto stradale. Un'ulteriore alternativa è rappresentata dalle catene. Con un'importante precisazione: a meno che le condizioni del manto stradale non richiedano di montarle, è sufficiente tenerle a bordo del veicolo ed esibirle alle autorità per non incorrere in sanzioni. Un tema che sanno bene i tanti che vivono soprattutto nelle zone più montuose del territorio. La presenza di catene può evitare spiacevoli grattacapi, come accaduto ad alcune auto e a un bus nei giorni scorsi.

Le multe

Chi viene individuato dalle forze dell'ordine senza le regolari gomme invernali (o senza le alternative) può essere sanzionato con una multa da 41 a 168 euro, se su una strada del centro abitato, e da 84 a 355 euro, se su strade extraurbane e autostrade. È inoltre previsto il fermo del veicolo fino alla messa in regola delle gomme. In caso di recidiva, alla sanzione pecuniaria si aggiunge la decurtazione di tre punti dalla patente. Insomma, se non l’avete già fatto, alzate il telefono e chiamate il gommista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gomme invernali, scatta l'obbligo: tutto quello che bisogna sapere
TrentoToday è in caricamento