rotate-mobile
social

Come diventare presidente di seggio elettorale

Come ricoprire un incarico di responsabilità: i requisiti e i compensi

La figura del presidente del seggio elettorale è tra le più importanti al momento di una elezione o consultazione referendaria. Basti pensare ad esempio all'ultima tornata elettorale per Camera e Senato, dove solo il presidente poteva maneggiare le schede per staccare il bollino antifrode ad esempio, ma non solo.

Il presidente di seggio elettorale infatti è responsabile in prima persona, anche sotto il profilo penale, dello svolgimento delle operazioni di voto e di scrutinio. Per poter essere nominati è necessario essere iscritti nell’albo delle persone idonee all’ufficio di presidente di seggio elettorale. I cittadini che possiedono i requisiti di legge e che non sono già iscritti nell’albo possono presentare domanda per l’iscrizione all’albo. L’Ufficio elettorale svolge gli adempimenti di competenza in relazione all’aggiornamento dell’albo, istituito e tenuto presso la Corte d’ Appello.
Ecco cosa fare per i residenti nel Comune di Trento.

I requisiti del richiedente

Possono svolgere il ruolo di presidente di seggio tutti i cittadini:

  • iscritti alle liste elettorali del Comune di Trento;
  • di età non superiore ai 70 anni;
  • in possesso del diploma di scuola superiore.

Sono esclusi dalle funzioni di presidente di seggio:

  • Coloro che alla data delle elezioni abbiano superato i 70 anni di età;
  • I dipendenti del Ministero dell'Interno, delle Infrastrutture e dei Trasporti e della società Poste Italiane;
  • Gli appartenenti a forze armate in servizio;
  • I medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti;
  • I segretari comunali e i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
  • I canditati alle elezioni per le quali si svolge la votazione;

Modalità di richiesta

La domanda può essere effettuata presso gli uffici comunali di Piazza Fiera, presentandosi all'anagrafe centrale, oppure tramite il servizio online che permette ai possessori di SPID di accedere al servizio tramite questo link.

L'Ufficio elettorale provvede, nei mesi di novembre e dicembre, alla verifica dei requisiti di idoneità ed alla comunicazione dei nominativi alla Corte d'Appello per la formazione dell'albo. Nel mese di gennaio di ciascun anno il presidente della Corte d'appello dispone la cancellazione dall'albo di chi:

  • non abbia i requisiti di legge;
  • chiamato a svolgere le funzioni di presidente, non le abbia svolte senza giustificato motivo;
  • abbia presieduto seggi le cui operazioni sono state annullate con decisione (anche non definitiva) del giudice amministrativo;
  • sia stato condannato per i reati connessi alle attività elettorali di cui al capo IX del Testo Unico approvato con DPR 16 maggio 1960, n. 570 e al titolo VII del Testo Unico approvato con DPR 30 marzo 1957, n. 361.
  • si sia reso responsabile di gravi inadempienze, sulla base delle segnalazioni pervenute dagli uffici elettorali immediatamente sovraordinati agli uffici elettorali di sezione.
  • Le cancellazioni sono comunicate al Comune per la proposta di altri nominativi da iscrivere nell'Albo, in numero doppio rispetto a quelli cancellati, da effettuare entro febbraio.

Consultazioni elettorali e nomina

In occasione di consultazioni elettorali, la Corte d’Appello, entro il 30° giorno antecedente la data fissata per le votazioni, procede alla nomina dei presidenti di seggio. Qualora il presidente designato sia impossibilitato a ricoprire l’incarico, è tenuto a informare tempestivamente la Corte d’Appello. La rinuncia alla nomina è possibile solo per gravi e giustificati motivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come diventare presidente di seggio elettorale

TrentoToday è in caricamento