rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
social Daone / Malga Boazzo

Cascate di ghiaccio: uno spettacolo della Natura

Imponenti e maestose, le cascate di ghiaccio della Val Daone sono state "esplorate" all'inizio degli anni Ottanta. Oggi sono meta prediletta da migliaia di appassionati

C'è una valle del Trentino che d'inverno si trasforma in un regno di ghiaccio. E' la Val Daone, famosa per le sue cascate che, con l'arrivo delle rigide temperature di gennaio, si congelano regalando agli escursionisti più avventurosi un ambiente unico, da favola. Sono ben 136 le pareti di ghiaccio censite ufficialmente che costellano la piccola valle nel Trentino Occidetale, ai piedi del versante meridionale dell'Adamello. Una zona che, a ragione, ha guadagnato il titolo di "piccolo Canada" conferito dagli appassionati di ice climbing. Fin dagli anni '80, con il diffondersi di questa disciplina alpinistica, la Val Daone è stata frequentata dagli arrampicatori su ghiaccio ed è oggi meta di migliaia di appassionati.

Sentieri con le ciaspole in Trentino

Naturalmente si possono anche ammirare le cascate "dal basso" e godere di uno degli scenari più affascinanti che il Trentino possa offrire in questa stagione. Per affrontare le cascate in totale sicurezza ed in compagnia di esperti ci si può rivolgere alle Guide Alpine locali. I nomi delle cascate derivano dalle forme che ognuna di esse assume quando si congela: c'è la cascata Machu Picchu, che ricorda le famose piramidi Maya; la Excalibur, ispirata alla leggendaria spada di Re Artù. La più famosa ed imponente è la Regina del Lago, sopra al lago di Malga Boazzo, mentre il nome più curioso è sicuramente il Sogno del Gran Scozzese. Informazioni dettagliate e mappe dei percorsi sono disponibili su sito visitchiese.it
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascate di ghiaccio: uno spettacolo della Natura

TrentoToday è in caricamento