rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
social

Adesso è ufficiale: nel 2024 arriva il caricabatterie unico

Servirà a ridurre la produzione di rifiuti tecnologici ma permetterà anche di risparmiare al momento dell'acquisto degli apparecchi

Adesso è ufficiale. Grazie a 602 voti favorevoli l'introduzione del caricabatterie unico in Unione Europea è realtà. Solo pochi giorni fa a Bruxelles è arrivato l'ultimo via libera che permetterà, anzi imporrà ai paesi membri di utilizzare un solo tipo di caricabatteria a partire dal gennaio 2024.

La svolta - annunciata da alcuni mesi e trattata da alcuni anni - adesso è realtà. Basta quindi dover acquistare (qualora si danneggiasse) un tipo di cavo per il pc, uno per lo smartphone, uno per il tablet o la televisione. Adesso ci sarà un unico caricabatteria independetemente dal tipo di apparecchio e soprattutto marca. Basti pensare ad esempio alla diversità dei cavi dei dispositivi Apple e Samsung, giusto per citare due marche tra le più diffuse.

Il Parlamento Europeo ha quindi delineato come data di scadenza la fine del 2024, quando tablet, telefoni, fotocamere, auricolari e cuffie, console per videogiochi portatili e altoparlanti portatili, e-reader, tastiere, mouse, sistemi di navigazione portatili, cuffiette e laptop ricaricabili via cavo nell’Unione europea dovranno essere dotati della porta di ricarica di tipo Usb-C, a prescindere dal marchio. Per i computer portatili l’obbligo partirà dalla primavera del 2026.

Ma cosa comporta questa svolta nel mondo tecnologico all'interno dell'Unione Europea? I caricabatterie smaltiti ogni anno solo in Europa sono circa 11mila tonnellate di rifiuti elettronici. Certo, un obiettivo è quello legato all'impatto ambientale che si traduce in questo caso però anche in un risparmio da parte dei consumatori che con un unico cavo potranno ricaricare vari dispositivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adesso è ufficiale: nel 2024 arriva il caricabatterie unico

TrentoToday è in caricamento