Storie / Folgaria

Il Trentino ha un nuovo allenatore alla gentilezza: è il maestro di sci Tommaso Balasso

L'istruttore della scuola "Scie di Passione" insieme all'atleta ipovedente Gianmaria Dal Maistro ha conquistato 5 medaglie paraolimpiche, 3 coppe del mondo e 5 medaglie ai mondiali

Folgaria può vantare un allenatore alla gentilezza: Tommaso Balasso, tecnico di sci alpino che ha conquistato ben cinque medaglie paraolimpiche (Torino 2006 e Vancouver 2010), tre coppe del mondo e cinque medaglie ai mondiali vinte con Gianmaria Dal Maistro atleta ipovedente a cui ha fatto da guida durante le gare. Da quelle esperienze è nata l’idea di creare la scuola Italiana di sci "Scie di Passione", a Folgaria. Si tratta di una scuola che pone al centro della propria missione l’inclusione, per permettere a tutti, anche coloro che hanno disabilità fisiche, di poter divertirsi e stare bene praticando attività sportiva sulla neve.

Tommaso Balasso e Gianmaria Dal Maistro-2

Come spiegato sul sito dedicato, Costruiamo Gentilezza, progetto dell'associazione di promozione sociale Cor et Amor, nasce dai cittadini e li vede protagonisti nel generare, condividere e costruire pratiche di gentilezza per accrescere il benessere dell’intera comunità, mettendo al centro i bambini e i ragazzi. Il progetto sostiene la famiglia nell’educare e proteggere i bambini e ragazzi con la gentilezza. Costruiamo Gentilezza è trasversale a tutti gli ambiti della vita sociale come la scuola, lo sport, la politica, la salute, il lavoro e molti altri. La gentilezza a cui si fa riferimento viene intesa come tutto ciò che fa stare bene sia chi la propone che chi la riceve, è volta al bene comune ed è anteposta a ogni interesse personale, o di parte. 

L’obiettivo che l'associazione vuole conseguire entro il 21 marzo 2036, è quello di far divenire la gentilezza un’abitudine sociale diffusa. Per far sì che i partecipanti possano raccogliere i benefici sociali derivanti dalla sua attuazione. Un approccio, quello di mettere al centro il benessere di bambini e ragazzi, che Balasso mette abitualmente in atto come allenatore di sci per esempio facendo sentire a proprio agio ogni suo allievo, con una comunicazione gentile, aiutandolo così a superare le sue paure.

"Un buon maestro deve aver la capacità di stimolare l'allievo ad esprimere il proprio potenziale, sapendolo rispettare - spiega Balasso -. Gentilezza ed educazione vincono sempre". E pensando a chi sono stati i suoi primi allenatori ad avergli insegnato la gentilezza, la risposta è spontanea: "i miei genitori". Proprio loro, i genitori del maestro di sci hanno creduto in lui e gli hanno dato fiducia, sin da bambino, dandogli modo così di capire l’importanza di avere una passione da coltivare e per cui impegnarsi.

Come insegna questa storia, è proprio dall'educazione familiare che una passione può concretizzarsi e crescere andando anche a beneficio di altri. Quella di Balasso per la montagna si è poi trasformata in una scelta di vita che porta avanti con entusiasmo quotidianamente, mettendo le sue competenze sportive a disposizione del prossimo, in particolar modo dei giovani con disabilità. A questo proposito la passione rappresenta uno di quei valori sinergici che compongono la gentilezza.

Un altro valore è la pazienza che emerge durante gli allenamenti, quando il maestro di sci insegna ai piccoli sciatori l’importanza di rispettare i propri tempi di apprendimento, perché consentirà loro di formare basi solide per poter sciare al meglio. Inoltre, come allenatore alla gentilezza si impegnerà a trasmettere a bambini e ragazzi il rispetto per le regole, a favorire la socializzazione e tramandare loro le tradizioni dello sci e della montagna. Il coordinatore nazionale di Costruiamo Gentilezza Luca Nardi complimentandosi con Tommaso gli riconosce: "È sensibile al benessere dei giovani, in quanto ha compreso quanto l’importanza dell’attenzione e del prendersi cura dei suoi allievi sia fondamentale per fare emergere le loro potenzialità. Sarà un ottimo allenatore alla gentilezza".

.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Trentino ha un nuovo allenatore alla gentilezza: è il maestro di sci Tommaso Balasso
TrentoToday è in caricamento