Scuola Vallarsa

Rientro a scuola, primo giorno per oltre 13mila bambini

Ripartenza con occhio alla sicurezza e alla ripresa delle normali attività scolastiche. Non sarebbero state registrate criticità in merito al Green pass

La Scuola dell'Infanzia di Sant'Anna in Vallarsa

Dopo l'università, ripartono anche le scuole dell'infanzia di Vanza, nel comune di Trambileno e di Raossi e Sant'Anna, in Vallarsa. Queste, come spiega la Pat in una nota, sono esempi di realtà che costellano il territorio dove tanti bambini anche delle piccole comunità del Trentino da lunedì 6 settembre vengono riaccolti dai servizi per l'infanzia, l'inaugurazione dell'anno scolastico 2021/2022 con l'assessore all'istruzione, università e cultura in visita a due scuole provinciali ed una equiparata che fa capo alla Federazione provinciale delle Scuole Materne.

Durante la visita è stato fatto il punto sulla situazione della ripartenza, dopo la sosta delle attività didattiche del mese di agosto, mostrare vicinanza alle comunità di piccole dimensioni e sostenerne le realtà scolastiche, ma soprattutto per constatare la gioia dei bambini nel riprendere le attività in quella che è stata una mattinata serena, senza particolari criticità organizzative.

Protocolli anti-Covid

Stando a quanto verificato dalla Provincia, i protocolli di sicurezza e la gestione dei Green pass del personale docente e ausiliario non registrerebbero particolari difficoltà: "la scuola punta a mantenere le attività didattiche in presenza a partire proprio dai piccoli, per garantire quanto più possibile un ritorno alla normalità all'interno delle comunità scolastiche, andando incontro ai bisogni educativi dei bambini".

I plessi e l'unione

In tutti e tre i plessi il personale docente e non docente ha illustrato gli ambienti e le progettualità all'assessore all'istruzione, ricordando l'importanza del servizio proprio nei piccoli centri. Le scuole di Raossi e Sant'Anna, composte ciascuna da una sezione, rispettivamente di 19 e 18 bambini, con 3 docenti e 2 ausiliari per plesso, tra qualche mese saranno riunite negli ambienti del nuovo plesso di Anghebeni, in fase di completamento. Anche in vista di questa prossima unione, negli ultimi anni scolastici le insegnanti hanno coinvolto bambini e famiglie in diversi progetti comuni, con l'obiettivo di favorire così le occasioni di incontro e conoscenza. 

Alcuni progetti specifici sono stati rivolti ai bambini, come ad esempio i percorsi di psicomotricità, i progetti di educazione stradale, quelli con la biblioteca comunale e le esperienze di continuità verticale con la scuola primaria di riferimento che si trova nella frazione di Raossi.

Una nuova struttura all'orizzonte

La scuola di Trambileno fa parte del Circolo di coordinamento di Rovereto e Vallagarina. È organizzata su due sezioni di cui una ridotta e accoglie 26 bambini. Attualmente la scuola si trova nella frazione di Vanza in sede provvisoria in attesa della costruzione della nuova struttura in località Moscheri. Il comune di Trambileno è costituito da numerose frazioni e la scuola ha svolto da sempre un ruolo di promozione dei legami e di valorizzazione delle specificità.

Ad accompagnare l'assessore e il sostituto dirigente del Servizio attività educative per l'infanzia Livio Degasperi a Vanza c'era una delegazione della dirigenza della Federazione Provinciale Scuole Materne di Trento, guidata dal presidente Giuliano Baldessari ed accolta dal sindaco di Trambileno, mentre a Raossi e Sant'Anna, assieme al sindaco di Vallarsa, era presente la coordinatrice pedagogica del Circolo 9 Milena Endrizzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rientro a scuola, primo giorno per oltre 13mila bambini

TrentoToday è in caricamento