Mercoledì, 28 Luglio 2021
Scuola

Computer e tablet per gli studenti trentini, la donazione del Rotary

L'auspicio è quello di tornare presto alle lezioni in presenza, ma il supporto da parte della comunità è fondamentale

Il Rotary Club Trentino Nord vicino alle scuole. I soci del club nella mattinata di mercoledì 31 marzo hanno donato alla scuola trentina 80 tablet di ultima generazione e 10 computer portatili, che saranno destinati agli studenti più bisognosi. «Abbiamo investito molto sulla scuola» ha detto in apertura l'assessore all'istruzione, Mirko Bisesti «per garantire il diritto allo studio in questa fase così difficile, ma la donazione del Rotary Club, che ringrazio sentitamente, è un gesto di grande valore civile, un aiuto concreto e importante che utilizzeremo secondo il criterio del bisogno, affinché nessuno rimanga indietro, nella speranza di poter tornare quanto prima alla scuola in presenza anche alle superiori e alle medie».

C'è forte pressione perché gli studenti di tutti gli ordini e gradi tornino sui banchi. Da lunedì 29 marzo sono tornati alle lezioni in presenza bambini e alunni di asili, scuola materna e primaria. «Speriamo che la scuola riapra al più presto» ha sottolineato Barbara Fedrizzi, presidente del Rotary Club Trentino Nord «ma nel frattempo abbiamo pensato che questo potesse essere un aiuto concreto per chi ha più bisogno. Il vicepresidente, Corrado Tononi, ha evidenziato come questa iniziativa voglia essere un segnale di vicinanza nei confronti della scuola trentina. «Abbiamo puntato sulla qualità dell'investimento acquistando supporti di notevole livello tecnologico» ha detto Tononi.

Profonda gratitudine da parte anche della sovrintendenza scolastica. La dad, d'altronde, ha creato un certo divario tra gli studenti con più o meno possibilità economiche. «È vero che questa donazione può essere considerata solo una goccia nel mare» ha detto la sovrintendente scolastica Viviana Sbardella «ma il mare è fatto di tante gocce e ognuno di questi dispositivi aiuterà a risolvere una situazione di criticità per uno dei nostri alunni. Questi dispositivi saranno molto utili anche in futuro per una scuola che guarda al digitale come ad una competenza fondamentale». 

È questo un altro gesto che dimostra quanto la comunità sia attenta alla scuola. «Non è la prima iniziativa di questo tipo» ha sottolineato Roberto Ceccato, dirigente del Dipartimento istruzione della Provincia «a dimostrazione di quanta sensibilità vi sia nei confronti della scuola da parte della società civile trentina. Il prossimo passo è di fare in modo che questo tipo di strumenti tecnologici, ormai essenziali nella scuola di oggi, diventino parte integrante della dotazione degli studenti nell'ambito del concetto di diritto allo studio. I tablet donati da Rotary saranno destinati alla scuole che ci hanno segnalato un fabbisogno maggiore, che, nonostante gli importanti investimenti messi in campo in una fase così complessa, non siamo ancora riusciti a soddisfare».

Infine Trentino Digitale, che darà supporto tecnico all'attivazione dei tablet e dei pc, presente all'incontro con il presidente, Carlo Delladio e il direttore generale, Kussai Shahin. «L'emergenza sanitaria che stiamo vivendo» ha detto Delladio «ci restituisce una società più consapevole dell'importanza delle reti di telecomunicazioni e con un crescente bisogno di prestazioni e sicurezza».  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Computer e tablet per gli studenti trentini, la donazione del Rotary

TrentoToday è in caricamento