Salute

Vaccino, c'è l'ok per Pfizer e Moderna anche per gli over 60

L'assessore Segnana: "Vaccinatevi, la variante Delta è presente nei territori confinanti"

Persone in fila al centro vaccinale di Rovereto

Novità importanti per la campagna vaccinale in Trentino: anche le persone con più di 60 anni potranno nuovamente vaccinarsi con i sieri Pfizer e Moderna. L'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deciso anche di fissare il richiamo per la seconda dose a 21 o 28 giorni di distanza dalla prima, oltre alla possibilità di scegliere il tipo di vaccino tra quelli disponibili.

Cambiamenti possibili grazie al maggior numero di dosi disponibili su tutto il territorio provinciale nell’ultimo periodo, che riguardano prevalentemente Pfizer e Moderna, le cui consegne settimanali si attestano su un quantitativo di più di 17mila dosi per il primo e 4mila per il secondo.

L'assessore: "Vaccinatevi, la variante Delta è vicina"

«Con la disponibilità di nuove dosi di vaccino – afferma l’assessore alla salute, Stefania Segnana – abbiamo voluto introdurre alcune novità per consentire la vaccinazione a un numero sempre maggiore di trentini oltre alla possibilità di fruire della seconda dose in tempi meno dilazionati. Ribadiamo l’importanza di cogliere l’opportunità di immunizzarsi contro il Covid-19 non solo per sé stessi ma anche per contrastare la diffusione del virus, fatto oltremodo importante in questo momento in cui la variante Delta si è affacciata nei territori vicini alla nostra provincia» .

La vaccinazione si prenota come sempre al Cup-online nella propria categoria di riferimento. La seconda dose verrà prenotata contestualmente alla prima a distanza di 21 o 28 giorni dalla primo appuntamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino, c'è l'ok per Pfizer e Moderna anche per gli over 60

TrentoToday è in caricamento