Martedì, 16 Luglio 2024
Salute

Il Covid pesa sui bilanci delle Rsa, pronto un fondo da 5 milioni

Upipa: "Strumento essenziale per ripianare le perdite". Nelle prossime settimane l'aumento contrattuale per infermieri e Oss

Non solo imprese e turismo. L'impatto della pandemia è evidente anche sui bilanci delle Rsa, tanto da rendere necessario da parte della giunta l'adozione di un fondo specifico per le strutture in crisi economica. 5 milioni che si uniscono al finanziamento dei posti letto convenzionati, per sostenere le residenze per anziani e cercare così di evitare un aumento delle rette che peserebbe troppo sulle tasche delle famiglie.

"L'emergenza causata dal Coronavirus - commenta l'assessore provinciale alla salute Stefania Segnana - ci impone misure straordinarie in particolare per il nostro sistema sanitario. Le Rsa pubbliche e private sono una risorsa fondamentale in termini di cure e servizi per i cittadini anziani e, più in generale, per la famiglie, oltre a rappresentare un supporto al servizio sanitario provinciale nell'attuale fase pandemica".

Alcune strutture poi sono state dotate di posti letto covid per supportare il lavoro dell'Apss: il presidio socio-sanitario di Ala, la Residenza San Vendemmiano, la Rsao di Tione e la Residenza S. Cuore di Bolognano. "Nel dettaglio con il provvedimento che assegna all'Azienda sanitaria il finanziamento per il prossimo anno - prosegue l'assessore Segnana - abbiamo previsto uno specifico fondo per sostenere le nostre Rsa messe a dura prova dal Covid, risorse che verranno ripartite con una successiva deliberazione. Vorrei anche evidenziare - conclude Segnana - che nelle prossime settimane discuteremo in Apran un accordo per riconoscere l'aumento contrattuale agli infermieri e agli Oss che forniscono assistenza nelle Rsa".

Soddisfazione espressa anche da parte di Michela Chiogna, presidente di Upipa (Unione provinciale istituzioni per l'assistenza): "Abbiamo dato tanto nella gestione della pandemia, in termini organizzativi e di impegno del personale. Questa prolungata pandemia - continua la Chiogna - ha fortemente impattato sulle residenze sanitarie assistenziali, il fondo destinato dalla giunta è uno strumento essenziale perché è destinato proprio a ripianare i bilanci 2021 delle Rsa messi in crisi dal Covid. Abbiamo apprezzato il differente approccio metodologico atteso per la distribuzione dei contributi, volto a riappianare i bilanci di tutti portandoci ad una condizione di equità di sistema".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid pesa sui bilanci delle Rsa, pronto un fondo da 5 milioni
TrentoToday è in caricamento