Lunedì, 18 Ottobre 2021
Salute

Covid, Trentino sempre sotto i limiti per occupazione di posti letto e terapie intensive

I dati dell'ultimo monitoraggio Agenas: in quattro regioni cresce la pressione sugli ospedali

Gli ultimi dati del monitoraggio Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) confermano una situazione di relativa tranquillità per quanto riguarda l'occupazione dei posti letto Covid negli ospedali del Trentino. Secondo il report infatti, nella Provincia autonoma di Trento sono occupati il 3% dei posti in area medica, mentre sono vuoti i reparti di terapia intensiva. Lievemente superiori i dati per l'Alto Adige, dove è occupato il 6% dei posti letto in area medica e il 5% di quelli in terapia intensiva. A livello nazionale i valori sono stabili e pari al 6% e 7%.

Al di fuori del Trentino però, il tasso di occupazione delle terapie intensive cresce in 4 regioni: Sardegna, Sicilia, Campania e proprio nella Provincia autonoma di Bolzano.

Le due isole superano anche la soglia d'allerta per l'occupazione delle terapie intensive, fissata al 10%: in Sardegna sono occupati il 13% dei posti in terapia intensiva, in Sicilia (già in zona gialla da una settimana) il 14%. Tasso che invece cala in Calabria, Umbria e Veneto. 

La percentuale di pazienti Covid nei reparti ospedalieri di 'area non critica' rispetto al totale dei posti disponibili cresce, invece, dell'1% in Basilicata (raggiungendo il 12%) e cala in Friuli Venezia Giulia e Sardegna, mentre in Sicilia resta stabilmente al 23% e quindi oltre la soglia limite, in questo caso stabilita pari al 15%.

Di seguito i valori di occupazione dei posti Covid rispettivamente in terapia intensiva e nei reparti di area medica in tutte le regioni e province autonome: Abruzzo (3% e 6%), Basilicata (3% e 12%), Calabria (8% e 18%), Campania (6% e 10%), Emilia Romagna (6% e 5%), Friuli Venezia Giulia (9% e 3%), Lazio (7% e 7%), Liguria (4% e 4%), Lombardia (4% e 6%), Marche (10% e 6%), Molise (0% e 7%), Pa di Bolzano (5% e 6%), Pa di Trento (0% e 3%), Piemonte (4% e 3%), Puglia (4% e 8%), Sardegna (13% e 14%), Sicilia (14% e 23%), Toscana (10% e 8%), Umbria (8% e 7%), Valle d'Aosta (0% e 0%), Veneto (4% e 3%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Trentino sempre sotto i limiti per occupazione di posti letto e terapie intensive

TrentoToday è in caricamento