Salute

Vaccino anti-Covid, quali effetti collaterali?

L'infettivologo rassicura sulla sicurezza del siero anti-Covid: «Nella maggior parte dei casi si tratta di mal di testa e dolori muscolari»

Ancora una volta l'opinione pubblica si divide sul tema vaccini, nonostante il Covid abbia trasformato le vite di tutti, c'è chi si è detto contrario alla somministrazione. Come riporta Today, l'infettivologo Matteo Bassetti, uno dei più conosciuti dallo scopio della pandemia, ha voluto rassicurare le persone circa la sicurezza del siero.

 «Bisogna dire alle persone chiaramente, senza nascondere niente, che questo è un vaccino e come tutti i vaccini, e anche i farmaci, ci sono dei rischi e benefici - afferma Bassetti -. E, appunto, ci sono anche effetti collaterali che nella maggior parte dei casi sono lievi (mal di testa, brividi, dolori muscolari), avvengono nelle prime 24-48 ore dopo il vaccino, e poi nella maggior parte dei casi vanno via». Raggiunto dall'Adnkronos Salute il direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, ha fatto il punto su quali potranno essere gli effetti collaterali del vaccino Pfizer-BionTech. «Spieghiamo bene agli italiani che l'organismo reagisce all'introduzione del vaccino producendo anticorpi nelle prime 24-48 ore» ha rimarcato l'infettivologo.

«Il modo migliore per muoversi con il vaccino anti-Covid è quello di dire alle persone che possono esserci degli effetti collaterali - prosegue l'infettivologo -. Oggi il vaccino anti-Covid ha i riflettori puntati e si tende in qualche caso a sovrastimare il ruolo di questi effetti, mi pare anche che ci sia la tendenza di alcuni a dire di stare attenti. Ma questo non è l'atteggiamento giusto. Nessuno vuole sminuire gli effetti, ma è chiaro che ci possono essere e che nella maggioranza dei casi si risolvono».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino anti-Covid, quali effetti collaterali?

TrentoToday è in caricamento