rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Salute

L'Apss premiata per la piattaforma digitale Covid19

Il riconoscimento all'azienda trentina per l'attività di contact tracing automatizzata tramite il cloud

Importante riconoscimento per l'Azienda provinciale per i servizi sanitari, che si è aggiudicata il premi Lean Health Award 2021. La premiazione è avvenuta a Roma alla presenza dalla giuria scientifica composta da più di 60 tra direttori generali e amministratori delegati di aziende sanitarie pubbliche e private. L'azienda sanitaria trentina è stata premiata per il progetto di piattaforma digitale Covid, giudicato il migliore tra 120 progetti di 63 aziende sanitarie pubbliche di tutta Italia.

"È con orgoglio che abbiamo appreso della vincita dell’Oscar della sanità 2021" ha sottolineato il direttore generale Apss Antonio Ferro non appena appresa la notizia. "Un successo ottenuto grazie al grande lavoro effettuato, durante le fasi più difficili della pandemia, dal gruppo aziendale multidisciplinare che ha implementato una piattaforma digitale capace di ottimizzare le attività di contact tracing dei pazienti Covid permettendo di mettere in isolamento con effetto immediato soggetti positivi al Covid prima ancora dell’effettuazione dell’inchiesta epidemiologica. Un lavoro che non è stato solo tecnico ma anche organizzativo e di miglioramento dei flussi di attività. Un premio che come Consiglio di direzione dedichiamo a tutti i lavoratori e le lavoratrici della sanità trentina che in questo anno e mezzo hanno dedicato anima e corpo alla lotta al Covid".

Nello specifico il progetto vincitore è nato per assicurare l’attività di contact tracing in una situazione di forte crescita del Covid 19 e di limitazione delle persone assegnabili. Apss ha sviluppato una piattaforma digitale - su un’architettura cloud e mobile - per automatizzare le attività partendo dai dati presenti nei diversi sistemi gestionali. Tale approccio alla digitalizzazione ha permesso ad esempio di evitare attività di inserimento dati agli operatori e di automatizzare decisioni sulla base di eventi tracciati nel sistema (es. esiti dei tamponi). Tra i moduli realizzati: segnalazioni di casi e contatti inseriti attraverso un web form direttamente dai medici di medicina generale che generano automaticamente segnalazioni all’interno della piattaforma; l’emissione di certificati di inizio e fine isolamento sulla base della sequenza e tempistica degli esiti dei tamponi; la gestione dei contagi nelle classi scolastiche sulla base dei dati dell’anagrafe scolastica provinciale; l’automazione del controllo degli obblighi vaccinali per gli operatori sanitari.

A fine settembre, la piattaforma ha consentito di gestire online 88.475 casi, con 96.678 monitoraggi e 362.778 certificati di isolamento emessi.

I numeri

Numero di segnalazioni Covid: 88.475 casi gestiti - di cui 6.708 studenti;

Numero monitoraggi contatti stretti: 96.678 - di cui 13.582 studenti;

Numero di tamponi processati: 1.129.611;

Numero segnalazioni per anomalie della Certificazione verde Covid generate nella piattaforma: 5.897;

Numero focolai tracciati nella piattaforma: 140;

Totale delle persone collegate ai focolai: 4.657 di cui 1.901 positivi e 2.756 contatti stretti;

Numero certificati di isolamento emessi: 362.778;

Numero massimo di operatori del territorio e della Centrale Covid coinvolti sulla piattaforma: 258;

Numero di medici di medicina generale abilitati al web form per le segnalazioni: 395.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Apss premiata per la piattaforma digitale Covid19

TrentoToday è in caricamento