rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
TrentoToday

Rigo, dal val d'orcia, volta pagina

Il pilota di Borgo Valsugana, protagonista del produzione su terra, salirà per la prima volta sulla Citroen DS3 N5, puntando al Trofeo Tricolore N5 ed al Trofeo Open N5.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Tira una sana ventata di freschezza in casa di Riccardo Rigo, in vista di un cambio di rotta che segna la chiusura di un importante capitolo e, al tempo stesso, l'apertura di uno nuovo ed entusiasmante nella propria storia sportiva. Dopo essere stato a lungo protagonista del produzione su terra, ottenendo svariati successi alla guida dell'eterna Mitsubishi Lancer Evo IX di gruppo N, il pilota trentino sentiva il bisogno di porsi nuove sfide e nuovi obiettivi ed ecco che, dalle parole, si è passati ai fatti concreti. A partire dal prossimo Rally della Val d'Orcia, in programma per il fine settimana, Rigo saluterà l'ormai datata giapponesona per sedersi al volante, per la prima volta, di una vettura di ultima generazione, una Citroen DS3 N5 che sarà seguita sempre dalla sammarinese Power Brothers. Cambia quindi l'arma ma non la squadra ed oltre alla riconferma dei fratelli Colonna ritroveremo, ben saldo sul sedile di destra, il compagno di mille battaglie ovvero Alessio Angeli. Altra importante novità riguarderà il cambio di casacca con l'entrata di Rigo tra le fila della Scuderia Malatesta, anch'essa con base nella Repubblica del Titano.

“Anno di importanti novità questo 2021” – racconta Rigo – “e, finalmente, abbiamo portato a compimento il progetto DS3 N5. Sarà tutto nuovo, scuderia inclusa, ma la principale incognita sarà dettata dalla vettura, non conoscendola per nulla. Rispetto alla Lancer qui avremo un motore millesei turbo, con un peso ben inferiore, e quindi dovremo cambiare il nostro stile di guida, abituandoci ad un comportamento ben diverso. Ci aspettiamo di fare esperienza qui.” Una prima stagionale votata alla scoperta ma non troppo, trattandosi del round di apertura per il Trofeo Open N5, quindi già un interessante banco di prova per la serie tricolore. Sempre pronto a spingersi a sfide impegnative Rigo alzerà la posta partecipando anche al Trofeo Tricolore N5, un campionato che si articolerà su sei appuntamenti, tre su asfalto e tre su terra, partendo dal Rally di Sanremo a metà Aprile e proseguendo con il Rally Adriatico a fine mese, il San Marino Rally a fine Giugno, il Rally di Roma Capitale a fine Luglio, il casalingo Rally di San Martino di Castrozza a fine Settembre ed il conclusivo Rally Liburna, a Novembre. “Ci aspetta una stagione importante” – sottolinea Rigo – “ed è naturale che, prese le misure alla nuova vettura, saremo della partita per puntare alle posizioni di vertice, come sempre.” Un programma prestigioso che muoverà i suoi primi passi Domenica 28 Marzo, sulle sei prove speciali in programma per il Rally della Val d'Orcia, due da ripetere per tre passaggi: “San Casciano dei Bagni” (6,85 km) e “Piancastagnaio” (11,05 km) saranno percorse in serie, con quest'ultima che sarà accorciata per la conclusiva tornata, prevista per la metà del pomeriggio. “Grazie ai fratelli Colonna” – conclude Rigo – “a Mini, a Pelliccioni ed a tutti i nostri partners.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigo, dal val d'orcia, volta pagina

TrentoToday è in caricamento