menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, Zannini: "Meno vigilantes, più risorse alle forze dell'ordine"

Mantenere il monopolio della forza pubblica, evitando di rincorrere le situazioni di degrado: questo l'appello del consigliere della Circoscrizione Centro Storico

"Mantenere  il “monopolio” della forza pubblica". L'appello arriva da jacopo Zannini, consigliere di Leu nella Circoscrizione Centro Storico. La figura dei vigilantes è tornata ad occupare le pagine di cronaca locale dopo l'annuncio del presidente Fugatti, che non ha pooi avuto corso, di istituire un servizio di vigilanza privata alla chiesa di santa maria Maggiore, pagato dalla provincia.

La stessa parola è stata usata per descrivere il nuovo servizio di sicurezza, questo sì concrettizzato e pronto a partire, sulle linee ferroviarie provinciali della Valsugana della Trento-Malè da parte di Trentino Trasporti. Sempre i vigilantes privati sarebbero protagonisti, secondo una notizia riportata da Il Dolomiti, di un presunto episodio di razzismo ai Mercatini di Natale. E' bene specificare che in questo caso il Governo provinciale c'entra poco o nulla.

In ogni caso i vigilantes sono "tornati di moda" come soluzione a situazioni di degrado ben più complesse, secondo Zannini: "ettendo in campo solo politiche repressive, che pure sono necessarie, si rischia di dover “rincorrere” all'infinito i fenomeni di devianza sociale". Una prima soluzione dev'essere il potenziamento della forza pubblica: "sono le forze dell'ordine ad essere preposte alla sicurezza e alla repressione dei reati. Queste vanno dotate di risorse adeguate per adempiere al loro ruolo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Attualità

Il Trentino è in zona arancione, le precisazioni di Fugatti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento