menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proposta della Uil: "Abolire i comuni sotto i mille abitanti"

Questa la richiesta inoltrata da Ermanno Monari, segretario provinciale della Uil, in tandem con il suo collega altoatesino Toni Serafini, in una lettera ai presidenti della giunta e del consiglio regionale

"Alla vigilia del referendum per la comunità di valle lanciamo un appello alla politica perché non si perda in questioni di poco conto, perché il dibattito sulla riforma istituzionale non si esaurisca con il referendum ma chiediamo una vera riforma istituzionale, che abolisca gli enti intermedi, prima i comprensori e oggi le comunità di valle, ma aggreghi i comuni e ridia competenze effettive alla regione".

Così in sintesi la richiesta inoltrata da Ermanno Monari, segretario provinciale della Uil, in tandem con il suo collega altoatesino Toni Serafini, in una lettera ai presidenti della giunta e del consiglio regionale. "Si parla tanto di Euregione prima dovremo rilanciare la Regione, dove lavorano molte persone e in tempi di crisi va resa efficiente la Pubblica amministrazione. La nostra proposta è da sempre, sin dagli anni'80, di abolire i comuni sotto i 1.000 abitanti e favorire le aggregazioni".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cosa cambia dal 26 aprile

  • Attualità

    Perché rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento