rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica Centro storico / Vicolo di Piedicastello

Gilmozzi: "L'Alta Velocità aprirà opportunità inedite per il Trentino"

All'inaugurazione della mostra dedicata ai 150 anni della Ferrovia del Brennero l'assessore traccia le linee per il futuro del collegamento Verona-Monaco

"Siamo nel secolo del limite  dello sviluppo basato sulla gomma, il treno torna ad essere un'infrastruttura strategica, il tunnel del Brennero è un’opportunità per collegare in tempi molto più rapidi territori oggi distanti". Queste le parole dell'assesssore alle Infrastrutture ed alla Mobilità della Provincia autonoma di Trento Mauro Gilmozzi all'inaugurazione della nuova mostra alle Gallerie di Piedicastello (clicca qui) dedicata ai 150 anni della ferrovia del Brennero.

Gilmozzi nel discorso inaugurale non ha potuto non menzionare "le nuove sfide dell'Alta Velocità  del Corridoio del Brennero", sfide che se saranno portate a termine permetteranno, ha detto, di sfruttare "opportunità inedite e ancora oggi sottovalutate". Una delle critiche mosse al progetto dell'Alta Velocità in Trntino è però proprio il pericolo che i flussi, sia di merci che di persone, attraversino solamente il territorio tra Verona ed il Brrennero, senza portare, di fatto, ricchezza.

Obiezione respinta dall'assessore: "La Ferrovia del Brennero di domani sarà un volano per una nuova stagione di sviluppo del nostro territorio, il Trentino e Alto Adige. L’alta velocità, oltre a risolvere il transito dei mezzi pensanti lungo la valle dell’Adige, aprirà il territorio a un bacino di utenti, dalla Germania del Sud e al Nord Italia, popolato da milioni di persone". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gilmozzi: "L'Alta Velocità aprirà opportunità inedite per il Trentino"

TrentoToday è in caricamento