menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunità di valle, si vota fino alle 22 di questa sera

Sono 413mila i cittadini del Trentino chiamati alle urne per il referendum sulle Comunità di Valle voluto da Lega Nord e Pdl per chiederne la loro abolizione. Le firme raccolte sono state circa 9mila

Sono 413mila i cittadini del Trentino chiamati alle urne per il referendum sulle Comunità di Valle voluto da Lega Nord e Pdl per chiederne la loro abolizione. Le Comunità di valle sono enti intermedi tra la Provincia autonoma e i 217 Comuni del Trentino, istituiti per sostituire i precedenti Comprensori. Sono stati istituiti per favorire aggregazioni operative tra Comuni di zone omogenee e la gestione di servizi in campo sanitario e di assistenza sociale.

Tra gli obiettivi della riforma amministrativa voluta dalla giunta di centro-sinistra-autonomista di Lorenzo Dellai vi è anche un risparmio nei costi di funzionamento della struttura pubblica e un aumento di funzionalità soprattutto per i piccolissimi comuni, impossibilitati a garantire servizi analoghi a quelli maggiori. Temi contestati da Lega e Pdl che vedono nelle Comunità carrozzoni capaci di mangiare soldi pubblici e togliere autonomia operativa ai Comuni. Dellai e gli assessori hanno annunciato che non andranno a votare. La maggioranza punta a non far raggiungere il quorum. In caso di abolizione - ha chiarito Dellai - si creerebbe un pericoloso vuoto amministrativo. Si vota dalle 6 alle 22
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento