Trento, in arrivo l'ordinanza anti-fumo: multe salate ai trasgressori

Da giovedì è vietato fumare alle fermate dell'autobus e davanti alle scuole

L'aveva "promessa" a metà dicembre e dal 7 gennaio entrerà in vigore l'ordinanza firmata dal sindaco di Trento Franco Ianeselli che istituisce il divieto di fumare alle fermate degli autobus e vicino alle scuole. Emanata e in vigore proprio in coincidenza con le riaperture delle scuole superiori

L'ordinanza vieta il fumo, qualora siano presenti altre persone, nel raggio di 15 metri dalla segnaletica che indica le fermate del trasporto pubblico o alla stessa distanza dagli ingressi degli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

Sempre dal 7 gennaio sarà attivato anche un presidio, a cura di polizia locale, Trentino solidale e protezione civile, per informare  e scoraggiare i comportamenti inopportuni e imprudenti ai fini del contenimento della diffusione della pandemia. Salatissime le multe per violerà l'ordinanza antifumo la sanzione amministrativa prevista è compresa tra 400 e 1000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento