Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Mosna: "Favorevole a mozione di sfiducia popolare per il presidente"

Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio provinciale Diego Mosna rispondendo alle domande del comitato "Più Democrazia in Trentino", che punta a far introdurre una legge con alcune proposte per la democrazia diretta

Diego Mosna

"Sono favorevole alla possibilità che un numero consistente di cittadini (5.000) possa proporre una mozione di sfiducia motivata nei confronti del Presidente e di singoli assessori della Provincia". Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio provinciale Diego Mosna rispondendo alle domande del comitato "Più Democrazia in Trentino", che punta a far introdurre una legge con alcune proposte, come ad esempio la revoca del mandato elettorale ad un consigliere o un assessore provinciale da parte deo cottadini attraverso una votazione. "Tale strumento enfatizza un elemento centrale della democrazia rappresentativa - ha aggiunto Mosna - l'eletto risponde al cittadino, al quale è giusto assegnare gli strumenti per poterne valutare l'operato e, laddove siano esercitate funzioni di governo, anche per poterlo motivatamente sfiduciare". Le posizioni di Mosna, seppur divergenti da quelle del comitato per quanto riguarda l'istituto dei pritani (una sorta di comitato popolare estratto a sorte) e aspetti non irrilevanti relativi alla regolamentazione del referendum, costituiscono un segnale di apertura in vista delle audizioni e della conferenza di informazione, la quale avrà luogo prima della votazione finale del disegno di legge in Consiglio provinciale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mosna: "Favorevole a mozione di sfiducia popolare per il presidente"

TrentoToday è in caricamento