Indennità della Giunta, il consiglio decide di non tagliare

L'aula ha respinto con 19 voti contrari della maggioranza, escluso Bruno Firmani, astenuto, e 13 a favore dell'opposizione, il ddl della Lega Nord che dimezzava gli emolumenti destinati ai membri dell'esecutivo

Il Consiglio provinciale di Trento ha deciso stamani di non tagliare le indennità riconosciute ai componenti della Giunta. L'aula ha infatti respinto con 19 voti contrari della maggioranza, escluso Bruno Firmani, astenuto, e 13 a favore dell'opposizione, il disegno di legge proposto dalla Lega Nord Trentino con Giuseppe Filippin. Il testo mirava a modificare la normativa vigente per dimezzare, in sostanza, gli emolumenti destinati ai membri dell'esecutivo. L'assemblea ha invece approvato il disegno di legge proposto dal consigliere Claudio Eccher della Civica (assieme ai colleghi Nerio Giovanazzi di Amministrare il Trentino e Marco Sembenotti, della Civica per Divina), che prevede da un lato l'individuazione anche in Trentino di aree idonee dove addestrare e allenare cani da caccia. 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coltiva marijuana in un campo, a casa ne ha quasi un quintale: arrestato insospettabile 47enne

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento