rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica San Giuseppe / Corso del Lavoro e della Scienza

Trasporto pubblio gratuito: un'utopia? Ora c'è il disegno di legge popolare

Servono 2500 firme in 90 giorni per presentare il disegno di legge al consiglio provinciale: i promotori lanciano la raccolta firme questa sera al Muse. I biglietti pagano i costi di bigliettazione, dicono, sarebbe un diritto a costo zero

Un disegno di legge di 22 articoli per chiedere il trasporto pubblico gratuito in Trentino: sembra un'utopia ma è la proposta concreta di una serie di associazioni, riunite sotto la sigla "Noi amici del trasporto pubblico", che sarà presentata oggi in un incontro pubblico al Muse.

Perchè la legge di iniziativa popolare possa essere discussa in consiglio provinciale occorrono 2500 firme di maggiorenni residenti in provincia entro 90 giorni. Partirà quindi con domani la raccolta firme promossa da Amici della terra, Wwf Trentino, Comitato per lo sviluppo sostenibile, Italia nostra, Mountain Wilderness, Treno di mezzanotte, Transdolomites, Jungo, Trentino Arcobaleno, Federconsumatori, Donne Rendena, Fit Cisl, Uil trasporti, Filt Cgil, Orsa e Faisa Cisal.

Tra le ragioni più forti dei promotori ci sono i dati di Trentino Trasorti dai quali emerge che il costo del biglietto copre praticamente i costi di stampa, della distribuzione e delle obliteratrici quindi fare del trasporto pubblico un diritto universale, dicono i promotori della legge, non costerebbe nulla. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblio gratuito: un'utopia? Ora c'è il disegno di legge popolare

TrentoToday è in caricamento