menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toponomastica in ladino: polemica in Consiglio regionale

Un ddl prevede l’istituzione del nuovo Comune di Sèn Jan di Fassa-Sèn Jan, mediante la fusione dei Comuni di Pozza di Fassa-Poza e Vigo di Fassa-Vich. Urzì critica la denominazione in lingua ladina

Il Consiglio regionale del Trentino Alto Adige è tornato a occuparsi della toponomastica monolingue, questa volta però non in tedesco ma in ladino. Un disegno di legge della maggioranza prevede l’istituzione del nuovo Comune di Sèn Jan di Fassa-Sèn Jan, mediante la fusione dei Comuni di Pozza di Fassa-Poza e Vigo di Fassa-Vich, come voluto da un referendum dello scorso novembre. Il consigliere di 'Alto Adige nel cuore', Alessandro Urzì, ha criticato la denominazione solo in ladino Sèn Jan, senza l’addizione italiana di San Giovanni, temendo "un effetto guida anche per l’Alto Adige". Urzì ha espresso dubbi sulla costituzionalità. L’assessore Josef Noggler ha risposto che il referendum non riguardava solo l’unificazione dei comuni ma anche la sua nuova denominazione. Dopo un lungo dibattito il consiglio regionale ha respinto la richiesta di rinvio del ddl, chiesto da Urzì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento