Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica Centro storico / Via Rodolfo Belenzani

"Inchieste sui dati covid? Meglio guardare al futuro": Stanchina prende le distanze dal partito

Un post su Facebook che bolla come "inutile e con tempi sbagliati" la commissione d'inchiesta che il Patt vorrebbe istituire per fare chiarezza sui tamponi "scomparsi"

Roberto Stanchina vicesindaco di Trento

La verità sui numeri covid? Meglio cercarla quado tuto sarà finito. Questa la presa di posizione del vicesindaco di Trento in contrasto, per sua stessa ammissione, con il suo partito: il Patt, che ha chiesto chiarezza al presidente Fugatti sullo "scarto" di 54mila tamponi tra quelli comunicati dalla Provincia e quelli comunicati dalla Protezione Civile nei mesi scorsi. 

Zona gialla grazie a dati "sfasati"?

"Chiarezza e trasparenza sono alla base di tutto - scrive Stanchina su Facebook - ma vorrei capire davvero cosa serve adesso fermarsi a discutere per giorni sui dati di novembre (in realtà i dati citati dal Patt nell'ultima interrogazione vanno dal 4 dicembre al 14 gennaio Ndr). Non essendo d'accordo con quello che sta succedendo propongo una strada: non è meglio anteporre il futuro, in questo momento, ai problemi ormai passati?".

Al posto della commissione d'inchiesta sui dati richiesta dal Patt ("inutile e con tempi sbagliati", la definisce Stanchina), il vicesindaco propone una Commissione anticrisi con categorie economiche e sindacati per mettere in campo ogni strategia possibile per essere pronti a ripartire. "Le inchieste fatele alla fine quando a bocce ferme faremo tutti (destre sinistre centri) la conta dei danni, ora agiamo per il futuro", conclude Stanchina. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Inchieste sui dati covid? Meglio guardare al futuro": Stanchina prende le distanze dal partito

TrentoToday è in caricamento