menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le spese dei gruppi consiliari non convincono la Corte dei Conti

E' richiesto un rendiconto più dettagliato e gli undici gruppi politici del Consiglio provinciale hanno meno di trenta giorni per fornirlo nuovamente alla Corte dei Conti che ha "bocciato" la prima stesura, pena la restituzione dei soldi alle casse dell'erario

La Corte dei Conti ha rispedito al mittente i rendiconti delle spese degli undici gruppi consiliari provinciali. Entro tre settimane ognuno dei gruppi politici del consiglio provinciale dovrà riconsegnare un documento con maggiori dettagli altrimenti scatterà l'obbligo di rimborsare l'erario per le spese non giustificate. A seconda dei partiti si va da poco più di un centinaio di euro a oltre diecimila euro per spese come bollette telefoniche e abbonamenti a quotidiani ma anche cibi e bevande. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cosa cambia dal 26 aprile

  • Attualità

    Perché rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento