Giovanna Giugni: "Non solo vitalizi, ci sono anche le note spese dei consiglieri"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

COMUNICATO STAMPA

Note spese dei consiglieri...chi svelerà l'arcano?

Lo scandalo dei vitalizi ai consiglieri regionali/provinciali era largamente prevedibile: bastava chiedere ( ed ottenere) finalmente le cifre. Ma chiedere,purtroppo, in Trentino non significa sempre ottenere. Nel settembre 2012 infatti, mentre infuriavano le polemiche sui rimborsi ai consiglieri della regione Lazio in seguito alle informazioni pubblicate in modo dettagliato sul sito internet della Regione, il Presidente Dorigatti rifiutava di fornire  le note spese dei singoli consiglieri trentini. Preciso che si tratta di note relative a spese effettuate con il denaro dei contribuenti. Sono state fornite le spese complessive dei gruppi ( che stando al Sole24Ore  del 24 settembre 2012 erano tra i più cari d'Italia), ma non le spese relative ai singoli consiglieri, che si sono trincerati dietro la riservatezza, procurandosi uno sberleffo di livello nazionale sul settimanale SETTE del Corriere della Sera.
Ora, alla luce di quanto abbiamo scoperto di aver liquidato a lorsignori,compresi  i non rieletti che si sono "accontentati" di 280000 euro a testa, potremmo sapere quanto i singoli consiglieri della scorsa legislatura hanno speso per trasferte, pernottamenti e acquisti vari? La riservatezza non può essere un alibi quando a pagare sono i contribuenti.

Giovanna Giugni- consigliere comunale a Trento-

Torna su
TrentoToday è in caricamento