menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova norma elettorale: incandidabili manager e consulenti di enti o società pubbliche

La modifica alla legge rovinciale del 2003 diventa ora effettiva: incandidabilità estesa anche ai professionisti che svolgono lavori per conto di Comuni e Comunità di Valle

E' entrata in vigore ieri la nuova norma, approvata dal Coonsiglio provinciale più di quattro mesi fa, che modifica la legge elettorale provinciale del 2003. La nuova norma estende i casi di ineleggibilità per "i direttori, gli amministratori, i dirigenti, i legali rappresentanti di società o istituti finanziati da società controllate dalla Provincia o dalla Regione" nonchè coloro i quali "svolgano attività professionali per gli stessi enti o gestiscano servizi ed effettuino prestazioni anche a favore di Comuni e Comunità di valle".

In sostanza chi vorrà candidare e risultare eleggibile dovrà prima dimettersi da questi ruoli ricoperti nelle società controllate e cessare le collaborazioni professionali con gli enti pubblici locali, spiega una nota dell'Ufficio stampa del Consiglio provinciale.

La nuova legge si applicherà a partire dalla prossima legislatura e riguarderà perciò i futuri candidati alle provinciali 2018. Il ritardo dell'entrata in vigore, prosegue la nota, è dovuto all'attesa obbligatoria di 90 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione. Non essendo stato richiesto alcun referendum confermativo durante tale  periodo la norma è ora effettiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, sintesi del nuovo Dpcm

  • Attualità

    Cashback di Stato a rischio, Draghi potrebbe cancellarlo

  • Attualità

    Covid-19, Decreto Sostegno: tutte le possibili novità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento