Mart, Fugatti: "Sgarbi resta al suo posto"

Il presidente della Provincia interviene nell'acceso dibattito sulla nomina alla presidenza del Mart di Sgarbi, che successivamente ha offeso due consiglieri provinciali

"Il professor Sgarbi rimane al suo posto": lo chiarisce il presidente della Provincia, con riferimento alle recenti polemiche che vedono il noto critico d'arte nella bufera per aver dato degli "inetti", "strapagati" ed "incompetenti" a due consiglieri provinciali del PD e del M5S che hanno aspramente criticato la sua nomina a presidente del Consiglio d'amministrazione del Mart.

In una nota infiata alla stampa il presidente della Provincia sottolinea come l'amministrazione si sia mossa "nel pieno rispetto delle regole esistenti". Il riferimento è alla modifica del regolamento del museo in modo tale da togliere alla figura del presidente ogni ruolo gestionale edecisionale (in caso di parità il suo voto non vale, per esempio) al fine di rendere il ruolo compatibile con quello di parlamentare. Compatibilità per altro cnfermata dall'Autorità nazionale anti-corruzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La nomina di Sgarbi – scrive Fugatti nella nota - è stata dichiarata corretta anche dal presidente dell’Anac Raffaele Cantone, il quale ha infatti deliberato l'insussistenza di ipotesi di violazione della normativa in materia 'a condizione che non vengano attribuite al presidente del Consiglio di amministrazione del Mart specifiche deleghe gestionali', cosa che infatti non è avvenuta. Se quindi anche il massimo organo nazionale anticorruzione legittima il nostro operato, tutto possiamo dire eccetto che si sia trattato di una ‘pagliacciata’. Il professor Sgarbi ha accettato l’incarico a titolo gratuito, e crediamo che il suo operato debba essere valutato sulla base dei risultati che otterrà e non delle polemiche politiche prodotte ad arte”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Coronavirus, nuovi casi dimezzati: oggi 45. Morto anche un 28enne che era stato dimesso

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento