rotate-mobile
Lavoro

Sanità, sindacati sempre più sul piede di guerra

Nursing Up e Uil FPL Sanità chiedono un incontro urgente con la Provincia

Fermento sempre più crescente nel mondo della sanità trentina, con i sindacati Nursing Up e Uil FPL Sanità che, attraverso i sindacalisti Cesare Hoffer e Giuseppe Varagone, affermano: “La situazione della sanità trentina è grave ed è ormai scarsamente attrattiva per i professionisti sanitari e il personale Oss del comparto. L’imminente assestamento di bilancio provinciale offre fin da subito l’opportunità di intervenire con lo stanziamento di risorse dedicate, che potrebbero essere destinate in maniera specifica e mirata alle necessità al personale del comparto, finalizzate a garantire adeguati standard assistenziali e a riconoscere professionalità e grande impegno lavorativo”.

In questo senso, i sindacati fissano delle priorità, ovvero individuare un fondo economico per l’emergenza infermieristica e dell’assistenza, riformare l’ordinamento professionale a livello contrattuale, armonizzare lo stipendio dei dipendenti della sanità a quello percepito da alcune figure professionali della provincia aventi pari profilo formativo, la stabilizzazione in ruolo del personale sanitario assunto a tempo determinato, una revisione della tariffa delle prestazioni orarie aggiuntive, considerata inadeguata, aumentare l’organico del personale sanitario o Oss.

“È in corso una continua emorragia di personale e ci saranno nei prossimi anni un numero elevato di pensionamenti, occorre pertanto incentivare le categorie di professionisti ed operatori che sono in costante sofferenza, che operano in carenza d’organico e con uno stipendio tra i più bassi d’Europa, ci aspettiamo pertanto che la Giunta provinciale ci convochi, stanzi adeguate risorse ed emetta direttive alla contrattazione che vadano nella direzione dai noi indicata” spiegano Hoffer e Varagone, ribadendo inoltre che se ciò non accadrà sono pronti a proclamare la mobilitazione del personale della sanità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, sindacati sempre più sul piede di guerra

TrentoToday è in caricamento