Salvini-show a Roncone: "Prima i trentini"

Il leader della Lega in visita al comune dove dovrebbero arrivare una ventina di richiedenti asilo. I cittadini hanno raccolto 500 firme e lui lancia lo slogan: "Quando non ci saranno più trentini in difficoltà potremmo pensare al resto del mondo"

Raffica di proclami e battute al vetriolo per Salvini in visita a Roncone, comune che ospiterà una quindicina di richiedenti asilo. Il leader della Lega scherza con i suoi sostenitori, seduto su una panchina nella piazza del paese: "Ce lo vedete Renzi a parlare con voi su una panchina?", poi prende di mira anche Laura Boldrini, e la Festa dell'Unità di Reggio Emilia, dove alcuni profughi stanno lavorando come volontari. Commenti postati anche su facebook, con il linguaggio sboccato che lo ha ormai reso celebre: "Se ti girano le palle condividi", per poi invitare chi commenta a "non sparare cazzate" e via dicendo. 

A Roncone la Lega Nord ha già raccolto oltre 500 firme per dire no all'arrivo dei profughi. "Chi viene qui non solo non dice grazie, ma fa casino, si lamenta, protesta e occupa - ha detto l'europarlamentare leghista - potremo pensare al resto del mondo quando non ci saranno più trentini in difficoltà". Non sono mancati accenni alla polemica con i "vescovi comunisti" ed alla vicenda della Preghiera dell'Alpino, o meglio alla sua formula desueta.

"La reciteremo tutti insieme domani a Pinzolo - ha detto Salvini invitando i militanti alla serata di domani - qualcuno si vergogna degli alpini, storico punto di riferimento, con il paradosso che oggi andiamo a prendere gli stranieri oltremare". Prima di arrivare a Pinzolo Salvini sarà anche presente ad un incontro con i lavoratori della Mariani di Ledro: "Porterò il caso in Europa" ha promesso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento