Bufera su Renzi per la battuta sulle Pro Loco, Conzatti: "E' come dire: la casalinga di Voghera"

A difendere il leader di Italia Viva è la senatrice trentina: "Intendeva i presidenti di Pro Loco come istituzione vicina al territorio"

Renzi e Salvini da Vespa

Pro Loco di tutta Italia contro Renzi. "Se fai il ministro stai nelle istituzioni, non fai le pagliacciate in piazza altrimenti vai a fare il presidente della Pro loco". Questa la battuta incriminata lanciata durante l'attesissimo dibattito televisivo da Bruno Vespa, direttamente all'avversario Matteo Salvini.

Pro Loco trentine indignate: "Orgogliosi di quello che siamo"

Peccato, però, che la battuta, anzichè centrare l'obiettivo abbia colpito le oltre 6.000 Pro Loco d'Italia, incluse le 193 trentine, ed i relativi presidenti. Immediata la reazione del presidente della Federazione Pro Loco Trentine, Enrico Faes: "Con orgoglio vogliamo sostenere che il fare Pro Loco, oggi,  è una delle poche strade rimaste per garantire la generazione di una classe politica seria e consapevole, oltre all'importanza del mantenimento di una società positiva, ricca di legami significativi, di affettività vera, di legame con la tradizione, di partecipazione e anche di qualche simpatica “pagliacciata”".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conzatti minimizza: "Intendeva qualcuno di vicino al territorio"

A prendere le difese di Renzi, a livello locale e nazionale, è l'onorevole trentina Donatella Conzatti, recentemente passata da Forza Italia (dopo una legislatura in Provincia con l'UPT) al nuovo movimento Italia Viva. "Spesso in politica si utilizzano delle formule popolari che servono a semplificare un concetto ma che in alcun modo vogliono o devono risultare offensive - minimizza la senatrice - Renzi è stato capo scout, sindaco e presidente di povincia, e conosce molto bene il valore dell Pro Loco. In quell'occasione la definizione è stata usata al pari di altre come "la casalinga di Voghera" o "il contadino di Poggio Versezio". Un richiamo ai presidenti delle Pro Loco non come immagine di scarso valore etico e politico ma piuttosto come uno dei presidi più vicini al territorio di attività sociale e civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Rovereto, Valduga va al ballottaggio con Zambelli

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Riva del Garda, al ballottaggio Mosaner e Santi, una manciata di voti separano i due candidati

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento