menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunità di valle, l'Upt invita a non votare il referendum

Astensione "per sconfiggere il tentativo della Lega Nord di cancellare una peculiarità innovativa di quell'autogoverno che è patrimonio della comunità trentina". La Lega: "Il referendum lo hanno voluto i trentini"

L'Unione per il Trentino si schiera a difesa delle Comunità di valle, "quale strumento per una gestione più partecipata e più efficiente dell'Autonomia", viene detto in una nota del partito.

Per questo l'Upt si mobiliterà, nelle prossime settimane, "per sconfiggere il tentativo della Lega Nord di cancellare una peculiarità innovativa di quell'autogoverno che è patrimonio della comunità trentina", si legge in una nota del partito. Il coordinamento provinciale dell'Unione per il Trentino, che si è riunito ieri, ha deciso di dare indicazione di esprimere il no, mediante l'astensione dal voto.
 
Esattamente opposto, invece, l'intervento della Lega, in particolare del senatore Sergio Divina: "Giova ricordare ai Satrapi in declino che il referendum, in senso stretto, non è stato richiesto "dalla Lega" ma da un comitato referendario (orgogliosamente leghista) e soprattutto da più di 9.000 cittadini. La Lega ha proposto il referendum, ma è il popolo trentino, che lo ha voluto".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento