menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reddito di cittadinanza, la deputata Rossini (Patt): "Regioni pronte ad impugnare il decreto"

"Non si capisce se i navigator dovranno rendere conto allo Stato o alle Regioni, la Commissione si è dichiarata pronta ad impugnare il decreto"

"Se il Decreto Reddito di Cittadinanza non cambierà, la Conferenza delle Regioni ha dichiarato che sarà pronta ad impugnarlo davanti alla Corte Costituzionale”. Lo riferisce la deputata Emanuela Rossini (PATT) membro della Commissione bicamerale Questioni Regionali dove nella mattinata di mercoledì 13 febbraio sono stati ascoltati i rappresentanti delle Regioni.

"In una lettera al Ministro Di Maio – prosegue la deputata – sono state illustrate tutte le criticità e inapplicabilità del Decreto che condividiamo. In sede di conversione in legge dovranno essere molti gli emendamenti da accogliere. Il provvedimento si basa su piattaforme tecnologiche non armonizzate tra Stato e Regioni. Molta confusione anche sul personale da assumere per gestire il reddito di cittadinanza".

“Una posizione di grande compattezza in cui noi autonomisti ravvisiamo l’occasione per le nostre Provincia Autonome di poter far valere la nostra Specialità, anche alla luce delle richieste avanzate dalle Regioni Ordinarie stamani di far valere i modelli virtuosi presenti sul territorio in materia di formazione, politiche attive al lavoro e welfare che devono essere integrati e concertati sui territori. Auspichiamo – chiude la deputata Rossini – che le due Provincie Bolzano e Trento proseguano insieme sulla strada della tutela delle nostre prerogative statutarie perché questo è il momento di avere una voce sola qui a Roma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento