menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio Degasperi a Romano Prodi: "L'Ucraina non deve essere nè Europa nè Nato"

Ha parlato di Europa e vicinato, di conflitti e di superpotenze l'ex premier e presidente della Commissione europea Romano Prodi oggi a Trento. Ha lodato l'autonomia trentina, soluzione possibile anche per l'Ucraina che "non è nè Europa nè Russia"

"L'Ucraina è un ponte, non può essere nè russa nè europea, o ci convinciamo di questo o va a finire male". All'Europa ed ai suoi vicini, ai suoi alleati ed ai suoi nemici, ha fatto più volte riferimento l'ex presidente del Consiglio e della Commissione Europea Romano Prodi nel suo discorso dopo aver ricevuto il premio "Costruttori d'Europa" intitolato al trentino ed europeista Alcide Degasperi.

L'Ucraina non ha bisogno di entrare in Europa ma di un aiuto concreto, questa la tesi sostenuta dal professore, e le superpotenze non sembrnao intenzionate a fornire aiuto: "In Ucraina serve la costruzione di autonomie e decentramenti che siano garanzia per le minoranze" ha spiegato "in tutta la prima fase del tavolo sull'Ucraina la presenza degli USA non c'entrava nulla, questo mi faceva davveroimpazzire".


Indicando l'autonomia come possibile soluzione per la questione Ucraina Prodi ha avuto anche parole di lode per l'autonoima trentina ed altoatesina: "Fu un'intuizione importantissima, ed oggi è d'esempio per la stessa Europa. Senza l'autonomia avremmo ancora problemi qui" ha detto. La cerimonia è stata uno degli appuntamenti della "Giornata dell'Autonomia": domani il palazzo della provincia in piazza Dante sarà aperto al pubblico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento