Presentato in regione il sito www.associazionecomunita.tn.it

L'Associazione Comunità ha presentato nella Sala Rosa della Regione a Trento la propria attività. Oltre agli incontri sul territorio trentino c'è anche la possibilità di interagire da parte degli utenti in un forum online.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

 

«Non ci interessano i nomi noti, non abbiamo fretta, vogliamo aprire un dibattito sulla quotidianità». Mario Magnani, consigliere provinciale del Gruppo misto, si è espresso così sabato mattina nella Sala Rosa della Regione a Trento durante la conferenza stampa di presentazione dell'Associazione Comunità. Un'associazione culturale nata ad aprile 2012, che propone iniziative sul territorio trentino e cerca di creare un dibattito anche online, sul sito www.associazionecomunita.tn.it.

 

«In estate - spiega Verena Depaoli, presidente dell'associazione - abbiamo proposto dei viaggi all'estero per i ragazzi, ad Obertum (Austria) ed Augsburg (Germania). Ma stiamo anche formando dei gruppi di lavoro tematici ad esempio su famiglia ed autonomia. Vogliamo anche agire in maniera diretta sul sito internet, con delle pagine immediatamente fruibili».

Su www.associazionecomunita.tn.it/forum c'è la possibilità per tutti di partecipare all'interno di apposite aree tematiche, o proporre nuove aree di discussione. Scrivendo la propria idea per il Trentino del futuro.

 

Giorgio Ciresa, ex vicepresidente della Comunità di Fiemme ed attuale coordinatore provinciale di Associazione Comunità, sottolinea come l'associazione «cerchi di mettere le persone di fronte alle loro responsabilità». Ciresa è molto critico nei confronti del Governo Monti. «Siamo in mano a dei vampiri, che cercano di dissanguarci. Dobbiamo farci sentire in modo diverso rispetto a quanto fa ad esempio il Movimento 5 Stelle. L'obiettivo potrà essere quello di creare un contenitore politico, non guidato da motivazioni di potere».

Ma il sito www.associazionecomunita.tn.it ha anche l'obiettivo di dare uno sguardo più ampio sull'attività associativa in Trentino, mettendo in comune informazioni ed idee. «Molte organizzazioni sono legate al loro piccolo orticello - spiega Ciresa - noi puntiamo a crescere, già avere 300 soci dopo pochi mesi non è poco».

 

Magnani sta proponendo in Trentino degli incontri per spiegare la legge sulla non autosufficienza e nota come «non ci sia grandissima partecipazione. Forse dare anche l'opportunità di avere un mezzo online facilita il dialogo». Mettere in comune, online ed anche offline, un aspetto necessario perchè «quando le risorse calano e le persone non vanno più a votare, vuol dire che c'è urgente necessità che i partiti si riformino. Ci aspetta un anno di grandi dibattiti e non è certamente stando a casa che risolviamo i problemi».

Magnani ricorda di «aver abbandonato i partiti 4 anni fa. Non si possono avere organismi dove sono in 3-4 a decidere. C'è grande bisogno di movimentismo, di qualcuno che abbia voglia di sporcarsi le mani».

 

Magnani non vuole "usare" l'associazione come "trampolino di lancio" per una ricandidatura in Consiglio provinciale. «Ci sarò per portare avanti iniziative e dare suggerimenti, trasferendo formazione e conoscenze». Sul sito e sui social network collegati vengono ospitati anche documenti e riflessioni sugli appuntamenti quotidiani di Mario Magnani nella sua attività di consigliere provinciale.

 

Nel dibattito tra i soci di Associazione Comunità presenti alla Sala Rosa della Regione emerge l'importanza dell'investire nella cultura. «In Trentino abbiamo un mare di strutture - osserva Ciresa - che ci costano molto. Forse sarebbe meglio investire meno in strutture e un po' di più in contenuti».

Torna su
TrentoToday è in caricamento