Politica

Patt, serve un congresso bis

Dopo le dimissioni di Carlo Pedergnana, la cui presidenza è stata travolta dalla pubblicazione degli scatti che lo ritraggono mentre fa il saluto fascista e bacia una foto del duce, le stelle alpine hanno trenta giorni di tempo per indire un nuovo congresso.

Tutto da rifare, anzi no. Per il Patt, alle prese con la bufera politica del caso Pedergnana, sono ore drammatiche. Ad appena quattro giorni dal congresso di Mezzocorona, il neo presidente Carlo Pedergnana è stato costretto a rassegnare le dimissioni dopo la pubblicazione di alcune fotografie che lo ritraggono in pose inequivocabilmente fasciste. (Guarda gli scatti qui).

Alla guida del partito subentra la vice-presidente Linda Tamanini, ma lo statuto del Patt parla chiaro: in caso di dimissioni volontarie entro trenta giorni il segretario deve indire la convocazione di un congresso per l'elezione del nuovo presidente. Dal direttivo politico delle stelle alpine fanno capire di non avere molta fretta. La data del congresso potrebbe essere fissata molto in là nel tempo, addirittura tra un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patt, serve un congresso bis
TrentoToday è in caricamento