Politica Oltrefersina / Viale Trieste, 43

Passi dolomitici: il Trentino apre alle auto, l'Alto Adige dice 'no'

Il governatore Kompatscher, che è anche presidente della Regione, prende posizione: "Servono scelte coraggiose"

Uniti dalle Olimpiadi, divisi sui passi Dolomitici. Nell'estate in cui la Giunta leghista del Trentino ha deciso di togliere le limitazioni alle auto sulle strade panoramiche di montagna l'Alto Adige prende una, forte, posizione contraria e lo fa per voce del suo governatore Arno Kompatscher.

"Servono scelte coraggiose, come presidente della Regione Trentino Alto Adige lavorerò per creare le basi di una normativa solida per la chiusura dei passi dolomitici ai mezzi a motore". Questa la dichiarazione raccolta dall'Ansa, una dichiarazione di segno opposto al silenzio con il quale il presidente Fugatti e l'assessore Failoni hanno di fatto aperto i passi ad auto e moto, almeno per quest'estate.

Auto sui passi: bandiera nera di Legambiente

Una dichiarazione d'intenti, certo; un'ipotesi di cui si sa ancora poco. La chiusura sarà "per fasce orarie, nelle ore centrali della giornata, durante il periodo culminante della stagine turistica" ha detto Kompatscher. Ed occorre fornire un'alternativa ai tanti turisti: "un servizio pubblico con mezzi ad idrogeno o elettrici" ha aggiunto. Tutto, però, sarà rimandato alla prossima estate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passi dolomitici: il Trentino apre alle auto, l'Alto Adige dice 'no'

TrentoToday è in caricamento