Orsi e lupi, Fugatti scrive al Ministro: "Si apra una nuova fase, la dissuasione non basta"

Terza lettera al Ministro dell'Ambiente: "M49 esemplare problematico, nonostante misure di prevenzione e dissuasione"

Una gestione diversa dei cosiddetti "grandi carnivori", ovvero lupo ed orso, in Trentino. E' facile immaginare il tipo di richieste contenute nella lettera iviata dal Presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti al Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, "al fine di far evolvere ulteriormente l'approccio gestionale dei grandi carnivori e di fornire risposte efficaci e tempestive alle popolazioni locali interessate" come si legge in una nota.

Sia per i lupi della Val di Fassa che per l'orso M49, protagonista di incursioni nelle stalle in Val Rendena, il presidente Fugatti ha scritto due volte in passato al Ministro chiedendo la possibilità di una "captazione". Anche in questo caso la nota della Provincia riferisce che, relativamente all'orso M49, "nonostante tutte le attività di prevenzione e di dissuasione messe in campo, continua a manifestare un comportamento fortemente problematico". Le misure di prevenzione e dissuasione, insomma, non funzionano più.

Potrebbe interessarti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Cosa fare Ferragosto: cultura, musica e buona cucina

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Tamponamento a catena: in sette all'ospedale compresi due bimbi

Torna su
TrentoToday è in caricamento