Orsi e lupi, Fugatti scrive al Ministro: "Si apra una nuova fase, la dissuasione non basta"

Terza lettera al Ministro dell'Ambiente: "M49 esemplare problematico, nonostante misure di prevenzione e dissuasione"

Una gestione diversa dei cosiddetti "grandi carnivori", ovvero lupo ed orso, in Trentino. E' facile immaginare il tipo di richieste contenute nella lettera iviata dal Presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti al Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, "al fine di far evolvere ulteriormente l'approccio gestionale dei grandi carnivori e di fornire risposte efficaci e tempestive alle popolazioni locali interessate" come si legge in una nota.

Sia per i lupi della Val di Fassa che per l'orso M49, protagonista di incursioni nelle stalle in Val Rendena, il presidente Fugatti ha scritto due volte in passato al Ministro chiedendo la possibilità di una "captazione". Anche in questo caso la nota della Provincia riferisce che, relativamente all'orso M49, "nonostante tutte le attività di prevenzione e di dissuasione messe in campo, continua a manifestare un comportamento fortemente problematico". Le misure di prevenzione e dissuasione, insomma, non funzionano più.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • Alzheimer, nasce la Carta dei Diritti per chi si prende cura di un familiare

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

Torna su
TrentoToday è in caricamento