menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo ospedale, la Provincia annuncia il ricorso contro il no a Impregilo

L'assessore Borgonovo Re: "Non è pensabile anticipare la fase processuale e avviare i lavori senza chiarezza su questi aspetti. Potremmo usare questo tempo riflettendo sugli aspetti più strettamente sanitari"

"La provincia ricorrerà al Consiglio di Stato, possiamo usare il tempo per approfondire gli aspetti sanitari". Lo ha detto l'assessore Borgonovo Re, che in Quarta Commissione permanente ha fatto chiarezza su tempi e prospettive riguardanti il Nuovo ospedale di Trento, visto che sulla questione è pendente una sentenza del Tar e un possibile ricorso da parte della provincia sull'esclusione dell'impresa che era risultata la vincitrice della gara, Impregilo. "La sentenza è nelle nostre mani, è articolata e dettagliata e risponde alla grande complessità del ricorso", ha osservato l’assessore che ha aggiunto come da un lato si salvi il lavoro fatto per la costruzione del bando, dall’altro si riproponga la questione dei requisiti dell'ingegnere a capo dei lavori di Impregilo. "La Provincia ha deciso che ricorrerà in appello", ha dichiarato Borgonovo Re, "sebbene io sia molto preoccupata per l'urgente necessità della struttura. Tuttavia non è pensabile anticipare la fase processuale e avviare i lavori senza chiarezza su questi aspetti. Potremmo usare questo tempo riflettendo sugli aspetti più strettamente sanitari e vedendo più nel dettaglio, assieme ai dipartimenti, quali sono i temi e le aree funzionali, nell'ottica del legame con il territorio e nella logica della stella (ospedale centrale e ospedali satelliti periferici)".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
  • Politica

    Il nuovo Dpcm marzo 2021, ma è cambiato qualcosa con Draghi?

  • Cronaca

    Coronavirus: zero decessi, contagio molto alto

  • Attualità

    Comunità del Garda:Cristina Santi nel Consiglio direttivo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento