Sabato, 13 Luglio 2024
Politica Centro storico / Piazza Dante

Conflitto di interessi: in arrivo norme più stringenti per i consiglieri provinciali

Si va verso un'estensione dell'incompatibilità della carica di consigliere con ruoli di vertice in società pubbliche o affidamenti di opere e servizi

Il presidente della Giunta per le elezioni del Consiglio provinciale, Giuseppe Detomas, ha sottoposto stamane all’esame di questo organismo la bozza per un disegno di legge provinciale, non ancora depositato, che punta alla modificazione della legge elettorale provinciale del 2003. Due le modifiche prese in considerazione, entrambe più restrittive rispetto alla situazione attuale: l'estensione dell’incompatibilità del ruolo di consigliere provinciale con gli incarichi di vertice assunti in società che ricevono contributi da società controllate dalla Provincia o dalla Regione; e l’estensione dell’incompatibilità fra la carica di consigliere provinciale e la sottoscrizione di contratti d’opera o gestione servizi con tutti gli enti locali (“in ragione della constatata inopportunità che consiglieri provinciali svolgano la propria professionalità a favore di enti pubblici con cui si interfacciano nell’esercizio del mandato" si legge nel testo). Di situazioni di quest’ultimo genere la Giunta si è occupata anche di recente (con il caso di Lorenzo Ossanna) e proprio dalle conseguenti riflessioni è nata la sollecitazione della stessa Giunta provinciale per un aggiornamento della normativa ed un’estensione dei casi di incompatibilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conflitto di interessi: in arrivo norme più stringenti per i consiglieri provinciali
TrentoToday è in caricamento