Domenica, 21 Luglio 2024
Politica Centro storico

Misure per la crescita: via libera alla finanziaria

Gli articoli della legge finanziaria riferiti ai settori economici sono stati tutti approvati all'unanimità, tranne uno

Assenti i consiglieri di opposizione, gli articoli della legge finanziaria riferiti ai settori economici sono stati tutti approvati all’unanimità, tranne uno, ieri pomeriggio a palazzo Trentini dalla seconda commissione presieduta da Caterina Dominici. Il voto è seguito ad un confronto tra gli assessori Mellarini e Olivi e i consiglieri presenti (oltre a Dominici, Rudari, Zeni, Zanon e Firmani, quest’ultimo non membro dell’organismo).

Solo l’articolo 32, di competenza dell’assessore Olivi, ha visto l’astensione dei due esponenti del Pd in questa commissione, Luca Zeni e Andrea Rudari. La norma modifica la legge 6 sugli incentivi alle imprese, in merito alle modalità con cui Trentino Sviluppo può operare nel settore del leasing immobiliare. Si prevede in pratica che, se per l’acquisto di immobili considerati strategici un’impresa ricorre a una società privata di leasing e ad un certo punto non riesce più a mantenere gli impegni presi con quest’ultima, a sostegno del progetto possa subentrare Trentino Sviluppo, anche se a contratto già stipulato. Molto perplesso Zeni. “Una società di leasing – ha osservato – porrà condizioni più gravose per l’accesso al credito rispetto a un mutuo ipotecario, e l’intervento ex post di Trentino Sviluppo aiuterebbe l’impresa a indebitarsi a tassi elevati, riducendo la trasparenza delle somme messe a rischio”.

“La critica è politica – ha replicato Olivi –, ma un conto è la grammatica e un altro è la pratica, perché con i contratti di leasing abbiamo finora garantito la sopravvivenza di alcune imprese”. L’assessore ha però riconosciuto l’esigenza di chiarire meglio la norma con un emendamento che la Giunta presenterà e distribuirà probabilmente domani. “Vorremmo dare a Trentino Sviluppo anche la possibilità di rinegoziare le condizioni economiche tra la società di leasing e l’impresa, per la quale questo dev’essere uno strumento non di salvataggio ma di rafforzamento”. La modifica dell’articolo limiterà l’opportunità di intervento di Trentino Sviluppo in corso di contratto. “La nuova formulazione della norma – ha concluso – renderà visibile una programmazione a monte”. La norma ha comunque ottenuto i 2 voti favorevoli di Dominici (Patt) e Zanon (Upt)..

Per il resto il dibattito è filato liscio intorno a tutte le altre norme della legge finanziaria, e soprattutto all’articolo 12 (Olivi), che prevede l’azzeramento dell’aliquota Irap per le nuove imprese per i primi 5 anni di attività a partire dal 2013. Pieno, su questo punto, il consenso dei consiglieri espresso in particolare da Zeni, Dominici (Patt) e Zanon (Upt).

L’assessore Mellarini ha ricordato la norma della finanziaria che aggiunge alla legge provinciale sulla promozione proposti dalle Apt e dai Consorzi pro loco (fuori ambito) per lo svolgimento di servizi di mobilità e altri servizi di utilità collettiva integrativi dell’offerta turistica. Confermata – e apprezzata da tutti i consiglieri – l’assenza in questa finanziaria di riferimenti normativi alla tassa di scopo e all’imposta di soggiorno, temi dei quali Mellarini discuterà con gli imprenditori turistici l’anno prossimo, per preparare il terreno a un intervento da prevedere nel 2014, cioè nella prossima legislatura.
L’assessore ha ribadito la volontà di definire sempre nei primi mesi del 2013 una riforma della legge del 2002 da affidare anche in questo caso ai futuri amministratori provinciali. “Servono scelte diverse – ha detto – per rivedere la governance e distinguere chiaramente i ruoli, tenuto conto che i territori non hanno dato una spinta sufficiente alla commercializzazione”. Per la stagione invernale alle porte Mellarini ha segnalato che le prenotazioni rispecchiano quelle dell’anno scorso sia dall’Italia che dall’estero. “Adesso abbiamo solo bisogno che arrivi la neve – ha auspicato  – anche in vista delle importanti competizioni previste, dalla 3-Tre ai mondiali di sci nordico”. Sempre per la stagione turistica invernale “la prossima settimana – ha concluso – partirà una campagna nazionale di spot radiofonici sulle tre reti Rai e le emittenti più ascoltate”.

Per l’agricoltura la finanziaria prevede un intervento straordinario a favore dei consorzi di miglioramento fondiario del Primiero. Si tratta di affrontare la situazione di dissesto finanziario provocata ai danni dei consorzi di miglioramento  di Tonadico, Sagron Mis e Siror. Un’altra norma modifica la legge unica sull’economia per estendere anche alle imprese agricole la possibilità di accedere agli incentivi, già previsti per gli altri settori, nel campo della promozione della ricerca e sviluppo delle aziende.
“Il 2013 sarà un anno importante per l’agricoltura – ha ricordato Mellarini – perché si elaborerà la nuova programmazione rurale fino al 2020”. Mellarini ha espresso infine soddisfazione per l’alto numero di iscritti di quest’anno all’Istituto agrario di S. Michele (980). “Segno di un grande e rinnovato interesse verso il settore”. Tanto che – ha concluso il cda della scuola sta ipotizzando una preselezione che favorisca chi intende proseguire gli studi dopo il biennio e riduca gli abbandoni”.







 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misure per la crescita: via libera alla finanziaria
TrentoToday è in caricamento