Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica Centro storico / Piazza Dante

"Boato presenzialista", Marco Ianes lascia i Verdi

Screzi con il coordinatore marco Boato, giudicato "deleterio per il movimento", un ruolo da co-portavoce mai chiarito ma anche impegni personali (una collaborazione con un quotidiano nazionale): Marco Ianes dà l'addio ai Verdi del Trentino

Marco Ianes, storico rappresentante dei Verdi trentini, lascia il partito. "Rimarrò sempre ancorato alle idee di sviluppo sostenibile, ma seguirò altri percorsi per attuare le idee che ho cercato, inutilmente, di portare all’interno dei Verdi del Trentino, ai quali auguro tuttavia di trovare soddisfazioni nei percorsi che, personalmente, non ritengo più percorribili e condivisibili" questo il commiato pubblicato oggi nel suo blog.

Pare che per l'ormai ex portavoce dei Verdi, rimasto fuori da Palazzo Thun alle elezioni di maggio dove è stata invece eletta la capolista Lucia Coppola, abbia preso tale decisione in seguito al convegno svoltosi lo scorso 3 giugno dove, scrive il dimissionario Ianes: "il sottoscritto ha parlato solo 7 minuti, con frequenti interruzioni, consigli su cosa dire, su come intervenire, da parte del coordinatore Marco Boato: mi spiace ma credo che dovrebbe rendersi conto che la sua eterna e continua volontà di plasmare ogni cosa secondo il suo modo di vedere porterà il movimento stesso ad una lenta ma inesorabile chiusura".

Ci sarebbero però anche altri motivi: lo stesso Ianes spiega come tra poco inizierà una collaborazione con un quotidiano nazionale. Clicca qui per leggere la lettera...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Boato presenzialista", Marco Ianes lascia i Verdi

TrentoToday è in caricamento