rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Politica

La manovra di bilancio tra opere pubbliche e contrasto alla denatalità

Spazio anche alla crescita con aiuti economici alle imprese e sostegno all’innovazione

Opere pubbliche al primo posto nella manovra di bilancio presentata dalla giunta provinciale. Si attesta a 1,8 miliardi di euro la cifra che verrà investita da piazza Dante mentre, dall’anno prossimo, arriveranno 2,5 miliardi di euro tra Pnrr e Olimpiadi, tanto per citare i due trainer principali.

Così il presidente Maurizio Fugatti: “Stiamo affrontando una fase complessa della nostra storia, caratterizzata da una forte incertezza e possibili repentini cambiamenti. Per questo motivo la legge di bilancio che abbiamo costruito guarda in particolare ai prossimi sei – nove mesi, con uno sguardo in particolare a come la prosecuzione del conflitto in Ucraina e il conseguente aggravarsi delle difficoltà nell’approvvigionamento di fonti energetiche peseranno sulle dinamiche economiche del 2023”.

L’assessore allo sviluppo economico Achille Spinelli ha descritto il sistema economico nostrano come resiliente, soprattutto nei momenti più difficoltosi del Covid. E la resilienza, in un certo senso, rappresenta il volano per la fiducia nell’anno che verrà, complici anche i 100 milioni di euro in favore delle famiglie e i 25 milioni destinati alle piccole imprese particolarmente colpite dal caro bollette.

Capitolo crescita: nella manovra aiuti economici alle imprese che investono, sostegno alla commercializzazione delle produzioni trentine, aiuti alle attività economiche nelle zone montane e alle imprese per incentivare ricerca, innovazione, risparmio energetico e transizione ecologica.

E poi l’intervento su cui maggiormente si è concentrata l’attenzione dell’opinione pubblica nelle ultime ore, ovvero il contrasto alla denatalità: prorogata al 2023 la “dote finanziaria”, ai nuovi nuclei familiari under 40 che accendono un mutuo, verranno concessi 15mila euro per il suo abbattimento se entro cinque anni nascono uno o più figli. A proposito di figli, sarà istituito un nuovo bonus a partire dalla nascita del terzogenito con 3 milioni di euro stanziati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La manovra di bilancio tra opere pubbliche e contrasto alla denatalità

TrentoToday è in caricamento