menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Lega Nord contro "la Stella" di Lia Beltrami

Una delle richieste fatte dal Carroccio è quella di avere il numero delle associazioni accreditate a presentare progetti di solidarietà internazionale prima e dopo l'arrivo dell'assessore, e quante abbiano rapporti diretti

La Stella, il movimento politico costituito dall'assessore alla solidarietà internazionale Lia Giovanazzi Beltrami solo pochi mesi fa, è nel mirino della Lega Nord. In particolare di un'interrogazione in cui il primo firmatario, Giuseppe Filippin, chiede al presidente della Provincia alcune informazioni sul movimento.

Una delle richieste fatte dal Carroccio è quella di avere il numero delle associazioni accreditate a presentare progetti di solidarietà internazionale prima e dopo l'arrivo dell'assessore. Nel documento si chiede pure quante siano le associazioni che abbiano aderito al progetto politico o che abbiano rapporti con esso. Altro aspetto sollevato  è "Se qualche esponente della Stella o simpatizzante o comunque politicamente vicino all’assessore, lavori o abbia lavorato negli uffici della Solidarietà internazionale, tenuto conto che sia il nome del Presidente del movimento politico la “Stella” ma anche quelli del comitato e dei suoi referenti sono ben noti e conosciuti".
 
Dopo la mozione di sfiducia presentata contro l'assessore la scorsa primavera, il centrodestra trentino torna quindi a muovere dure critiche sull'operato di Lia Beltrami. Nel testo dell'interrogazione, infatti, il consigliere Filippin non è tenero: "siamo fortemente preoccupati che il nuovo movimento possa influenzare e/o condizionare anche l’attività dello stesso assessorato. I rapporti del movimento La Stella con le numerose associazioni di volontariato che operano nel campo della solidarietà sociale e internazionale, associazioni speriamo non schierate, tratteggiano la formazione di un progetto o meglio di un apparato di sostegno politico, che potrebbe sia ispirare le attività e le azioni istituzionali della Provincia nel settore della solidarietà, che esserne influenzato".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento