rotate-mobile
Politica Centro storico / Piazza Dante

Cultura: Mellarini annuncia una nuova legge

Logica di "sistema" anche per la cultura: i musei saranno raggruppati in 3 aree tematiche e le biblioteche saranno accorpate mentre il Centro Santa Chiara potrà produrre spettacoli

"I Paesi che hanno reagito meglio alla crisi sono quelli che hanno puntato su cultura e creatività: occorrono modelli di governance innovativi, che sappiano governare i cambiamenti, una cultura non intesa solamente come elemento al servizio delle possibili ricadute economiche ma come contributo alla crescita civile e morale delle persone".

Belle parole per descrivere l'accorpamento dei vari settori museali quelle usate dall'assessore Tiziano Mellarini che questa mattina ha presentato presso la Sala Stampa della Provincia il testo  di una nuova legge sulla cultura. In una "logica di sistema", questo il termine sempre più usato in vari settori per descrivere gli accorpamenti, i musei saranno suddivisi in 3 aree tematiche che sembrano i nomi di corsi universitari: Scienze e cultura materiale, Contemporaneità, Storia dell'Arte.

E' chiaro che ogni "polo" avrà un "capo", e che le risorse andranno ripartite all'interno di questi nuovi enti. "Ogni polo avrà il compito di mettere in campo una programmazione coordinata delle attività delle istituzioni museali che lo compongono" spiega una nota. Sarà inoltre incentivato l'accorpamento di più biblioteche comunali all'interno di strutture sovracomunali mentre il Centro Servizi Culturali Santa Chiara sarà potenziato: potrà produrre direttamente spettacoli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Mellarini annuncia una nuova legge

TrentoToday è in caricamento