Approvata la legge "Ripresa Trentino": 167 milioni, in gran parte alle imprese

Approvato con il favore di Patt e Pd il ddl della Giunta Fugatti per far ripartire l'economia dopo l'emergenza

E' una monovra da 167 milioni di euro la legge "Ripresa Trentino 2", varata dal Cponsiglio provinciale per far ripartire l'economia dopo l'emergenza coronavirus. Il disegno di legge è stato proposto dalla Giunta e, dopo alcuni fondamentali passaggi in Commissione consiliare, è approdato in aula nella mattinata di sabato 9 maggio. E' stato approvato, con diversi emendamenti, dopo 14 ore di discussione.

Fondamentale il "sì" delle minoranze che, sebbene perplesse su alcuni punti, hanno invocato senso di unità in questo delicato periodo. Il disegno di legge è stato approvato con 30 voti favorevoli, 5 astensioni e nessun voto contrario. Favorevoli, oltre ai partiti di maggioranza, il Patt ed il Pd (con l'astensione del consigliere Zeni). Astenuti i due consigieri di Futura, il consigliere Marini del Movimento 5 Stelle ed il consigliere Degasperi di Onda Civica.

Come detto il 52 articoli del dispositivo riguardano in gran parte gli incentivi a diversi settori dell'economia: dal sostegno all'agricoltura ad alcune norme più permissive in materia di urbanistica per far ripartire i cantieri. Dopo un confronto con le minoranze nel disegno di legge hanno trovato spazio (per un totale di circa 17 milioni di euro) anche aiuti diretti ai cittadini, sotto forma di integrazione al reddito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente Fugatti si è detto soddisfatto per i lavoro fatto sul testo del Ddl, anche in dialogo con le minoranze, ed ha annunciato l'ipotesi di un'ulteriore manora anti-crisi da 200 milioni nel prossimo assestamento di bilancio. Inserito nella legge anche l'articolo che conferisce la possibilità alla Giunta di riaprire bar e negozi anche prima dei termini previsti dal Governo nazionale. L'articolo è rimasto nonostante il ministro Boccia abbia annunciato di voler impugnare l'analoga legge altoatesina. Starà ora alla Giunta renderlo effettivo o meno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

  • In arrivo temporali, grandinate e raffiche di vento: allerta della protezione civile

Torna su
TrentoToday è in caricamento